Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano ombelico del mondo

Trovo sempre più conferma che in quanto sta da tempo accadendo a Paderno Dugnano vi sia qualcosa di profondamente sbagliato, un meccanismo perverso, malato.

Ripercorrendo gli ultimi anni infatti la nostra città è balzata agli onori (?) della cronaca per una serie diversificata di eventi negativi. Eureco, quasi peggio della ThyssenKrupp dove sono morti sette operai. A Paderno Dugnano ne sono morti quattro e il titolare della ditta ne ha sulla coscienza un quinto. Siamo quasi al pareggio con una vicenda che ha scosso e indignato l’intera nazione.

Striscia la Notizia ha quasi preso casa qui in città, tra maghi, guaritori e palestre in fallimento. DIfficilmente lo stesso programma si è interessato più di due volte a una stessa città. O a Paderno abbiamo in incognito un redattore della trasmissione o la nostra città si trova particolarmente a suo agio nel produrre fenomeni anomali.

Aggressioni di cani, summit mafiosi, incidenti industriali, roghi vari, bombe, autostrade a 14 corsie con ponti da 80 mt in centro città, megastore del fai da te, inceneritori al servizio della metropoli, discariche abusive, amianto a piede libero, imprenditori gambizzati, fenomeni anomali e sospetti. Insomma, da dove arriva tutto questo interesse per una cittadina dell’hinterland milanese, culla di poco più di 74.000 anime?

Per quanto poco ne so di agricoltura (sto facendo il modesto) 🙂 mi pare che le erbe infestanti prolifichino in terreno fertile e tendano a soffocare le culture produttive. Ecco, Paderno Dugnano mi sta sempre più assomigliando a un orto incolto nel quale il contadino latiti mancando le cure necessarie a favorire la crescita delle erbe buone.

Anzi, in alcune occasioni mi è sembrato un po’ confuso e impegnato a soffocare proprio le culture positive a favore delle infestanti. Secondo il mio modestissimo parere nella nostra città si sta pericolosamente radicando l’abitudine a risolvere i problemi quali lo smaltimento dei rifiuti, intoppi sui commerci illeciti, presunti torti o semplici fastidi con sistemi un po’ troppo spicci e ‘medievali’.

Forse, invece di preoccuparsi dei volantinaggi che sporcherebbero le strade ci sarebbe da intervenire prima per prevenire, risolvere e sanare quanto agli occhi dell’opinione pubblica pesa in negativo sicuramente più di quattro fogli per la via.

Intanto la nostra povera città continua a proporsi come campionario dei peggiori vizi e abitudini dell’intero paese.  C’è bisogno di serietà e rinnovamento.

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.