Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

A ruota libera: Chiesa Vs Stato 1-0

pensieroso.pngConsiderando i recenti avvenimenti che sono culminati con l’elezione del nuovo Papa Francesco, senza scadere in facili banalità, sconfinare nell’eresia e considerando la diversità di ambiti, ma limitandosi ai fatti e immaginando possibili parallelismi, vengono alcune spontanee considerazioni.
In primis, un Papa che sentendosi stanco e con forze inadeguate a proseguire il faticoso compito e il peso delle responsabilità che ne consegue, prende lucidamente la decisione di ritirarsi.
Diversamente, tra i vari partiti e sulla scena politica cariatidi spompate restano da anni tenacemente attaccate alla carica come cirripedi su una cozza. Pensare finalmente al riposo, alla meditazione e a tirare le somme di una vita, magari ritirandosi in sottofondo e rimanendo disponibili come guida ed esempio no???
Nel giro di un paio di giorni i principali rappresentanti della Chiesa si sono accordati e hanno eletto il nuovo pontefice.
Partono domani le votazioni per eleggere i presidenti di Camera e Senato e si preannuncia già un cinema, per non parlare di farsa.
Nell’elezione del nuovo Papa si è sempre ravvisato un pensiero guida che ha cercato di individuare di volta in volta la figura con le caratteristiche più adatte per il momento in cui si trovava a traghettare la Chiesa.
Al Governo hanno sempre prevalso gli interessi personali e di cadreghino, gli intrallazzi, le strategie, le alleanze, spesso a discapito delle decisioni e dei programmi di cui avrebbe avuto veramente bisogno il Paese al momento.
Insomma, così a prima vista il contrasto è notevole. Storia, tradizione, dignità, sensibilità, pragmatismo, umiltà e senso del momento storico contro cialtroneria, interessi privati, egoismo, superficialità e arroganza.
L’Italia naviga in pessime acque, ogni giorno centinaia di aziende chiudono e aumentano a dismisura i lavoratori in cassa integrazione e quattro pirla, perdono tempo a litigare su chi dovrebbe governare perchè ha una manciata di voti in più, perchè a vedere bene sarebbe il primo partito d’Italia, perchè ha la foto di gruppo più bella, perchè pretende di avere le idee più chiare, perchè si sente maggiormente legittimato, perchè è duro e puro.
Ma per favore.
Sarebbe veramente da vedere se chiudendoli tutti a Montecitorio a pane ed acqua fino a quando non si sono messi d’accordo, i tempi non si ridurrebbero drasticamente.
Insomma, speravo che la nausea si dissipasse con le elezioni ma purtroppo aumenta quotidianamente. Non è pessimismo ne rassegnazione ma un sano pragmatismo quello che mi lascia presupporre che nulla cambierà nei prossimi giorni, fino a degenerare in una delle logiche nefaste alternative di un governo tecnico bis o del ricorso alle urne con ulteriori milioni bruciati sull’altare della demenza.
Prrobabilmente non resta che affidarci allo Spirito Santo che ha sicuramente dimostrato di avere maggiore lungimiranza e idee chiare.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.