Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

I Grillini fanno un balzo indietro?

Prodi-MortadellaOra, se c’era una cosa che sicuramente non poteva essere ancora imputata al movimento facente capo al comico genovese era stata la mancanza di coerenza, in base alla quale si erano chiusi a riccio escludendo a priori qualsiasi possibile alleanza o appoggio dopo le elezioni.

Arrivano le Quirinarie e tra i vari nomi papabili nelle prime posizioni si è trovata l’appartenente a un’altra casta da sempre aborrita dal mentore spirituale del movimento:  una giornalista.

Vabbè, passiamola per buona, magari è l’unica giornalista fuori casta. Quello che proprio non riesco a capire è invece la convergenza su Romano Prodi e il desiderio di arrivare quanto prima alla sua votazione, magari sperando in un forfait da parte di Rodotà, che consentirebbe di agevolare l’operazione.

I motivi del perché non capisco l’appoggio a Prodi o comunque, l’averlo solamente piazzato nelle prime posizioni delle preferenze, sono diversi. Per primo sicuramente il tanto sbandierato richiamo al rinnovamento, allo svecchiamento, alla rottamazione della vecchia politica. E quindi mi vai a prendere proprio Prodi????? Perché allora non Buttiglione. Andreotti è ancora in giro. Boh, non lo capisco e quindi su questo punto passiamo oltre.

Altro punto saldo dell’azione grillina mi sembra sia sempre stata l’avversione all’Euro, alla partecipazione europea e tutto quello che intorno a questi argomenti orbita. E allora puntiamo proprio sull’artefice dell’entrata dell’Italia nel giro (gogna) dell’Euro???

Insomma, il Prodi presidente dell’Iri per 12 anni, che ha gestito con risultati non esattamente spettacolari il maxi-pacchetto di privatizzazioni dei primi anni ’90, il fautore del rientro dell’Italia nella Sme col cambio fissato a 990 lire per ogni marco tedesco, cifra che farà da base per il cambio lira/euro a 1936,27, l’inventore dell’ eurotassa, la cui restituzione integrale stiamo ancora aspettando, mi sembra quanto di più lontano dall’idea Grillina di politica.
Detto questo l’appoggiano o comunque lo considerano nella rosa dei papabili per rappresentare l’Italia all’estero????????

Boh, l’unica speranza che rimane è che ci si fermi tutti a metà strada senza dover arrivare al mortadella. Vero è che il povero Bersani sta rimbalzando a destra e sinistra come una pallina da ping pong, sperando in modo fortuito tra un rimbalzo e l’altro di imboccare una qualsiasi uscita. Se il tentativo di governare con l’appoggio del PDL bocciato dalla base del partito è fallito, si dirige ora dritto dritto verso l’unica possibile alternativa paventata dal M5S e quindi, l’appoggio a Prodi.

Poi nelle ultime fasi sembra che Grillo abbia ritirato quanto affermato precedentemente. Insomma, non ci si capisce più nulla e intanto la corazzata Italia continua a imbarcare acqua. Certo è che se Rodotà dovesse far lo scherzo da prete di ritirarsi voglio poi vedere il M5S non appoggiare Prodi dichiarando che con le Quirinarie avevano scherzato. Di contro, se Prodi non passa Bersani riesce a cannare l’ennesima mossa. Cosa dire ….. aspettando Renzi?

Sicuramente, personalmente non mi sentirò mai rappresentato da un Prodi Presidente della Repubblica.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.