Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Rho-Monza:Pioggia di comunicati dopo l’assalto alla “collinetta”

IMG_1008301411290885

Dopo gli eventi che si sono susseguiti nel corso della mattinata e di cui ho dato notizia nel post precedente, sono arrivati immancabili i comunicati stampa delle istituzioni e dei rappresentanti politici.

A seguire quindi il comunicato del Primo Cittadino pubblicato sul sito del Comune e quello dell’On. Ezio Casati.

Comunicato stampa Comune

Comunicato stampa Ezio Casati

Insomma tante parole mentre i cittadini mantengono concretamente la posizione impedendo a Serravalle di pre-cantierizzare la zona. Ma il succo di tutte queste parole?

Il Sindaco sembrerebbe vendere la pelle dell’orso ancor prima di averlo preso (sempre che non sappia con certezza più di quanto abbia mai comunicato) dichiarando: “Pur in assenza di posizioni ufficiali, sembra ormai chiaro che tutti gli Enti coinvolti abbiano preso coscienza della mancanza dei tempi per realizzare l’intera opera così come prevista da Milano-Serravalle. A breve ci aspettiamo quindi che venga formalizzato quanto da noi richiesto in tutte le sedi istituzionali (agli atti del Tavolo Tecnico come “proposta Alparone”) e questo sarebbe il raggiungimento di un grande obiettivo da condividere con tutta la città”.

Nel suo comunicato Ezio Casati parla invece dell’esistenza di un non meglio definito “…stralcio di progetto che, a tuttora, non risulta ufficializzato e nemmeno presentato in maniera formale nelle sedi opportune”.

Insomma, in definitiva risulterebbe che un manipolo di non meglio identificati operai stia agendo da giorni sul nostro territorio deturpandolo e depauperandolo, senza che sia dato di capire, nel marasma di progetti che ormai affollano i vari tavoli, cosa accidenti hanno intenzione di concretizzare.

Siamo veramente all’assurdo e al paradosso. MA STIAMO SCHERZANDO?????

Chi diavolo ha permesso fino ad ora che questi apprendisti stregoni agissero (quasi indisturbati se non fosse stato per gli attivisti del Comitato) sul nostro territorio senza aver prima ben chiaro e ufficializzato l’aspetto definitivo dell’opera che si vuole tentare di realizzare prima di Expo?

All’alba dell’attacco all’ultimo baluardo della resistenza cittadina compaiono ancora comunicati che abbondano di condizionali, di forse, di probabilità, di notizie non confermate, di ipotesi e di speranze? Il Sindaco si aspetta che vengano formalizzate le richieste Comunali ma non sembra in grado di dire se le aree attualmente pre-cantierizzate e devastate rientrino o meno nella famosa ‘Proposta Alparone’.

Insomma, chi di dovere pretenda la sospensione immediata di ogni attività sul territorio fino a quando il progetto definitivo dell’opera in sviluppo non venga ufficializzata, comunicata e condivisa con la cittadinanza. L’assemblea pubblica è prossima e potrebbe essere l’occasione ufficiale da parte di tutti di verificare ed eventualmente condividere le attività future.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.