Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

La Paderno che produce su TelePaderno

Grazie a Gianni Rubagotti, che di fatto si è trasformato nel primo ‘inviato’ di TelePaderno all’evento fieristico che si è svolto dal 27 al 28 gennaio 2012 a Erba, al quale hanno partecipato 13 imprenditori locali, l’evento è ora in onda sull’omonimo canale televisivo Web.

La partecipazione delle realtà produttive padernesi è stata organizzata dalla locale Unione Commercianti per iniziativa del suo leader, Pierino Favrin, il quale ha accettato di rispondere ad alcune domande di Gianni, dando vita a una interessante intervista.

Come leader dell’Unione Commercianti Favrin si è espresso anche sull’ipotetico arrivo di un punto vendita Ikea sul territorio di Cormano, avanzando spunti di riflessione che meriterebbero di essere ponderati e approfonditi (anche al di là del discorso Ikea).

In sintesi Pierino Favrin ha rilevato come a livello occupazionale per il nostro territorio (e dintorni) sarebbe sicuramente più valorizzante l’insediamento di una fabbrica di mobili dello stesso colosso svedese, anzichè una fucina di precariato come alla lunga potrebbe rivelarsi il punto vendita.

Secondo me giustamente Pierino Favrin ha sottolineato quanto la professionalità sia sicuramente meno ricattabile dalle logiche di profitto proprie di un numero sempre maggiore di attività, quali possono esserlo per esempio i grandi punti vendita o similaria (v.call center).

Un professionista finito è richiesto dal mercato e rappresenta una ricchezza difficilmente rimpiazzabile o ricattabile dalle logiche del profitto. Purtroppo altre posizioni professionali,  particolarmente soggette al fenomeno del precariato, sono invece facilmente assoggettabili alle logiche di profitto e accade che possano essere richieste solo per periodi limitati di tempo (festività, saldi o particolari eventi), per poi essere nuovamente abbandonate.

In definitiva il ragionamento di Favrin merita attente riflessioni e approfondimenti e non lo trovo sbagliato. Un punto vendita come quello che Ikea vorrebbe installare su Cormano rappresenta una macina di precariato laddove un’attività come quella di un mobilificio dello stesso marchio, costituirebbe una fucina di professionalità.

Il ragionamento non si discosta molto dal contenuto delle varie interviste condotte da Gianni, dove tutti gli imprenditori hanno rimarcato come, anche in tempo di crisi, l’esperienza, la qualità e l’innovazione possano consentire anche a piccole imprese di eccellere in campo internazionale.

In sintesi, come sottolineato all’unisono da Rubagotti e Favrin al termine dell’intervista, il consiglio ai giovani, come quelli che su Paderno 7 inneggiano all’avvento del megastore è quello di imparare un mestiere e non sperare nell’arrivo dell’Ikea.

Tutti i particolari e i contenuti dell’intervista su TelePaderno seguendo l’apposito link in alto a destra del blog, oppure su RetePerPaderno o al Link diretto del canale dove troverete disponibili on demand tutte le puntate fino ad ora trasmesse dalla Web TV di Paderno Dugnano.

Una ipotesi in chiusura a Pierino Favrin: considerata la buona risposta delle aziende che hanno partecipato all’evento, la loro disponibilità a ‘fare rete’ e quanto da lui affermato durante l’intervista, perchè non pensare a qualche forma agevolata di stage presso le aziende locali per gli studenti padernesi, come per esempio quelli del Gadda, che per il loro futuro scelgono la strada di imparare un mestiere in sintonia con quelli presentati a’ Paderno produce’?

Buona visione.

 

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.