Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Zanzara si, zanzara no

Leggevo in questi giorni su uno dei blog cittadini la descrizione della situazione in cui fino a qualche giorno fa versavano i giardini del parco Toti, invasi da fameliche zanzare. Recentemente la situazione sembra sia migliorata grazie a un intervento di disinfestazione ma quello che in effetti mi incuriosiva da tempo è il discorso accennato nel post in questione e relativo alle famose Bat-Box, tanto in voga da un po’ di tempo a questa parte.

Ho voluto quindi approfondire un po’ il discorso chiedendo un parere all’amico Emiliano Abbati, tecnico del campo ambientale, il quale in effetti mi ha un po’ ridimensionato la connotazione positiva che molti, come me, attribuiscono a questa lotta biologica alle fastidiose zanzare. Tutto infatti fa parte di un equilibrio complesso e interventi eccessivi che possano comprometterlo potrebbero avere pesanti risvolti negativi non sempre quantificabili.
In ogni caso Emiliano scrive:

“le Bat Box devono innanzitutto essere costituite da legno, assolutamente nn trattato, altrimenti i pipistrelli non la utilizzerebbero e va posizionato ad almeno 3-4 metri da terra su un palo su un albero o più semplicemente sulla facciata dell’abitazione purche vicino all’acqua e alla vegetazione. Le esposizioni migliori sono Sud-Ovest o Nord-Est. Per maggiori informazioni gaurdate questo video prodotto dalla Coop:

I pipistrelli in effetti sono gran divoratori di zanzare, ma anche di insetti utili, arrivano a divorarne circa 500 a testa in un ora.
Quindi per contenere la diffusione delle zanzare è opportuno mettere in pratica gli accorgimenti più comuni quali ad esempio eliminare l’acqua dai sottovasi e in generale eliminare i ristagni d’acqua, anche se poi per le zanzare tigre questi due semplici rimedi funzionano poco, visto che si riproduco semplicemente avendo a disposizione del terreno umido e caldo.

La verità è che per quanti sforzi si facciano le zanzare continueranno a proliferare, specialmente nei grandi centri urbani. Del resto fanno parte della catena alimenatre e quindi la loro completa eliminazione sarebbe un gran danno per tutti gli essere viventi, essere umano compreso.
per maggiori informazioni potete anche visitare questi sito:

http://www.infozanzare.info/”

Insomma, rassegnamoci e portiamo pazienza. Diffusori, creme, pipistrelli e bonifiche, oltre a comportamenti ed abitudni virtuose possono contribuire in modo più o meno naturale a limitare il proliferare delle fastidiose ‘vampire’ ma qualche puntura sarà il personale sacrificio di ciascuno al mantenimento di un ordine naturale del quale anche noi partecipiamo.

Approfitto del nuovo post settimanale per anticipare che il rallentamento recente nelle pubblicazioni del blog è legato al lancio imminente di una serie di novità, che hanno richiesto parecchio impegno e che spero, riceveranno consensi positivi. Tra oggi e domani, se tutto va bene, in arrivo la prima delle novità in questione.

Restate sintonizzati.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Usando il nostro sito web si acconsente all'utilizzo dei cookies anche di terze parti Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.