Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Un autobus chiamato desiderio

scuolabusE’ ormai da quattro anni che assisto alla lotta dei trasporti dei  bambini verso i centri estivi comunali. Chiariamoci, per quanto riguarda i centri estivi nulla da eccepire, ottima qualità, attenzione ai piccoli ospiti, belle iniziative, giochi e intrattenimento.

Se anche il trasporto fin dall’inizio avesse funzionato a dovere il servizio in genere avrebbe raggiunto livelli di eccellenza, eppure….. poteva mai mancare un eppure? Parliamoci chiaro, l’organizzazione del trasporto dei bambini dalle fermate predisposte ai centri estivi Comunali ha costituito inizialmente un cruccio anche per la precedente amministrazione. Questo sottolinea quanto il discorso non sia proprio semplice.

Alla fine comunque con un autobus dedicato ai bambini più piccoli (infanzia) e uno a quelli più grandi (primaria) che arrivavano e partivano contemporaneamente, si era comunque raggiunto il livello di servizio ottimale.

Cambiata la giunta, cambiato il metodo. Un solo autobus raccoglieva prima i più grandicelli, li portava al centro estivo e poi tornava a prendere i più piccoli che sole o pioggia, ne attendevano  l’arrivo per parecchi minuti. Compreso l’errore ci si è stabilizzati sul compromesso: sempre un unico autobus condiviso da grandi e piccoli.

Ovviamente, nei periodi di maggior frequentazione il numero di piccoli viaggiatori non consente a tutti di sedersi nei posti previsti e quindi molti viaggiano seduti a terra. Sicuramente non la migliore soluzione possibile.  Altrettanto ovviamente nel corso degli anni i nuovi genitori che aggiungevano i propri figli si stupivano della situazione, a volte hanno raccolto firme altre convocato il consigliere di turno solo per constatare l’ovvio: servono comunque due autobus.

Che si tratti di due autobus ciascuno indirizzato a una delle due fermate con dimezzamento del carico per ciascun automezzo o che si tratti di due autobus, uno dedicato ai più piccoli e uno ai più grandicelli quella è l’unica apparente soluzione.

L’han capito anche i sampietrini che ultimamente rotolano in numero sempre maggiore per i marciapiedi della nostra città ma non i diretti responsabili. Nel frattempo attendiamo fiduciosi il giorno in cui l’effetto ‘carro bestiame’ verrà annullato.

 

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.