Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Ritorno a Brescello Padernese

Lungi da me il voler prendere le parti di un qualsiasi esponente di Partito (Tendenza politica), ma per onor di cronaca mi sembra corretto, come sempre fatto in questo blog (forse l’unico), esporre con la maggior oggettività possibile lo svolgersi dei fatti, in modo di dare la possibilità a chiunque di farsi una propria idea.

Recentemente Gianni Rubagotti, particolarmente attivo sui media digitali locali, ha pubblicato l’estratto di un commento facebook di Simone Carcano, attivista locale del Movimento 5 Stelle ripreso da alcuni blog locali (QUI), rifacendosi al recente ammonimento di Bersani sull’utilizzo di linguaggio violento sul Web.

Grazie alla memoria storica affidata ai blog non è stato complicato risalire al racconto dell’evento in questione e raccogliere ulteriori particolari. Di seguito un estratto dei commenti al post pubblicato sul Blog Padernoforum (QUI) (strano non l’abbia fatto direttamente il curatore).

Insomma, non so se il linguaggio violento sul web sia più o meno biasimabile di quello verbale diretto. Semplicemente, per correttezza, invece di estrapolare un particolare sarebbe stato corretto dare il quadro d’insieme dell’evento (a meno che non si stia facendo propaganda???)

Al di là di tutto, sul territorio padernese, tra post denigratori e fanatici di alcuni blog, il ricorso frequente a epiteti o paragoni offensivi, discussioni, diatribe, insulti e semirisse mi sembra si stia rapidamente scadendo nella discussione da Bar Sport piuttosto che avviarsi in un confronto costruttivo. Il classico teatrino al quale ci ha abituato la vecchia politica.

Insomma, si torna allegramente a Brescello Padernese con i Don Camillo e i Peppone di turno.

Di seguito comunque la serie di messaggi relativi al post sopra menzionato:

Carlo Arcari ha detto…

“voi avete organizzato un agguato..” E’ ufficiale, gli anonimi padernesi sono diventati paranoici e hanno le allucinazioni. All’esimio Torraca chiedo: sei per caso tu quello che ieri sera ha aggredito la signora Silvana Carcano cercando di sbatterla fuori dalla sala e dicendogli “prima o poi ti sparo in testa” (ci sono i testimoni)?

05 febbraio 2010 15:13 Anonimo ha detto…

Il sig. Arcari ha dato giusto rilievo a quello che è successo ieri. Non solo, forse non sa, e lo aggiungo io che ieri a quella riunione c’ero, le istituzioni comunali e alcuni partecipanti alla serata hanno preteso che nella saletta entrassero solo le persone di Villaggio. Come se a chi abita a Bollate, Cormano, Dugnano, non interessasse sapere se sopra le loro teste cadranno sostanze inquinanti e pericolose di un inceneritore. Non solo. L’aver messo due temi così caldi all’ordine del giorno nella stessa serata o lo si fa perchè si è molto ingenui o perchè si è in malafede. Era inevitabile la partecipazione, anche perchè i manifesti avvissi in giro per Paderno chiedevano appunto la partecipazione alla serata. E quale partecipazione ci può essere in una sala in cui possono entrare solo poche persone mentre le altre rimangono fuori?!?!? I cittadini di ieri sera volevano poter far domande intelligenti, serie, tecniche, di chiarimento. Ma ancora una volta la politica è interessata a fare solo da scaricabarile, mantenendo le distanze dai cittadini e dalle loro aspettative, creando tensione e disagio. Ancora: alcuni politici del centro destra chiedevano alla sottoscritta e a cittadini di Cormano e di Bollate il perchè ci eravamo interessati così tanto alla politica proprio ora che ci avviciniamo alle regionali. Cari signori, non è colpa nostra se un inceneritore ce lo fate proprio in questo periodo. L’8 febbraio scade la possibilità di inviare osservazioni contrarie in Regione. Che cosa hanno fatto i governanti di centro destra dal 10 dicembre fino ad oggi? se davvero sono contrari all’inceneritore come dicono perchè nessuna osservazione ufficiale da parte del comune è stata inviata in Regione? Per poter poi dire “abbiamo fatto il possibile, ma, causa precedente amm.ne di centro sinistra, l’inceneritore ve lo prendete lo stesso?” La politica che vogliono i cittadini non è certamente questa.
Aggiungo infine, che il signor Torracca ha minacciato la sottoscritta “di morte” se non uscivo dalla sala. Chiedo ufficialmente al sig. Torracca di mantenersi a debita distanza da me ogni qualvolta mi presenterò in Consiglio Comunale e in tutte le sedi che riterrò opportune per far valere i miei diritti. Siamo ancora in democrazia, o no? Qualcuno dovrebbe spiegarlo a Torracca.
Silvana Carcano

05 febbraio 2010 15:20 Anonimo ha detto…

Signora Carcano non pensa di esagerare? Ho solo detto di non riprendermi e quando il suo operatore affermava che poteva farlo ho risposto di non riprendermi, sia all’interno che all’esterno. Il suo operatore affermava che se non ero d’accordo potevo uscire. a quel punto ho detto non fate speculazione elettorale perché io abito a 40 metri dal presunto inceneritore. Ho chiesto di non esasperaci, certamente non fa parte della mia cultura andare in giro a fare certe cose (come lei afferma). Io non sono in campagna elettorale , non devo cercare i voti, lei si faccia eleggere senza speculare con le problematiche della gente. si presenti tranquillamente in qualsiasi riunione senza show televisivi, partecipando come comune cittadino. Ha osato dire di essere stata minacciata, erano presente alla discussione dei vigili, rivolgendomi a loro ho detto ironicamente vado in giro a……..? vedo se ho in tasca qualcosa. siamo più realisti.
Elia Torraca

05 febbraio 2010 18:05 Anonimo ha detto…

Come già detto al sig. Papaleo e alla sig.ra Preda io non avevo videocamere e non avevo nessun operatore al mio seguito. Io avevo fatto richiesta di diretta streaming che mi è stata negata e per questo, secondo le regole, non avevo nessun apparecchio. Se poi lei se la prende con me per quello che altri fanno, tutto ciò si commenta da solo. Esagerando?!?!? Un buco in testa con la mano a mò di pistola sulla mia fronte è esagerare?!?!? ci sono testimoni di Paderno, Bollate, Cormano e i vigili stessi che lei ha citato li ho sentiti successivamente e, qualora la denunciassi, potrebbero testimoniare.
Campagna elettorale?!?!? ma lo sa lei che io non ho nessuna probabilità (e nemmeno mi interessa) di essere eletta? qualora questa lista civica riuscirà ad arrivare in Regione, qualora riuscissa a superare lo sbarramento, l’unico ad avere un pò di speranze è il candidato capolista. Questo è per dirle, caro signore, che ciò che interessa a me è che l’amministrazione comunale faccia il possibile per non avere l’inceneritore su Paderno. E così non mi sembra, visto che entro l’8 febbraio avrebbe dovuto emettere osservazione ufficiale negativa presso la Regione. Perchè, se davvero la sua amministrazione non vuole l’inceneritore, dal 10 dicembre ad oggi non ha scritto tale osservazione?
E quale priorità crede di avere abitando a 40 m dall’eventuale inceneritore rispetto a me che abito a 2 km dallo stesso? o ad altri cittadini di Bollate, Cormano? Perchè lei dovrebbe contare di più??!?!?!?
Anche i comuni limitrofi stanno organizzando consigli comunali inerenti questo argomento, forse però li svolgeranno in sedi appropriate, che potranno ospitare tutti i cittadini interessati a partecipare. Non da ultimo, udite, udite, a Cormano c’è il permesso di poter filmare in diretta streaming. Se non si ha nulla da nascondere, perchè non si consente la ripresa come invece si fa altrove?!?!? In effetti, nemmeno a me sarebbe piaciuto vedere lei comportarsi in quel modo ieri sera….in questo la capisco….
Silvana Carcano

9 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.