Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Dimensionamento scolastico:lettera del Consiglio d’Istituto di Palazzolo agli assessori Ruzzon e Di Maio

L’argomento ridimensionamento scolastico continua ad essere alquanto fumoso ed agitato. In particolare, le recenti ipotesi discusse in Comune con i dirigenti e i presidenti dei Consigli di Circolo non ne trovano assolutamente concordi alcuni, come nel caso di Palazzolo M.se. Di seguito la recente lettera inviata dai genitori del Consiglio d’Istituto di Palazzolo M.se agli assessori di riferimento:

Assessore Lidia Katia Ruzzon
Via Grandi,15
20037 Paderno Dugnano

Assessore Giovanni Di Maio
Via Grandi,15
20037 Paderno Dugnano

Paderno Dugnano 30 gennaio 2012

Oggetto: Dimensionamento Scolastico

Egregi Assessori,
Vi scriviamo ancora una volta, nostro malgrado, per l’improvvida decisione assunta dalla giunta, di cui fate parte, relativa al  Dimensionamento della Rete Scolastica di Paderno Dugnano; decisione che danneggia quasi esclusivamente le scuole di Palazzolo.
La sera di giovedì 26 u.s. abbiamo partecipato alla riunione indetta dall’Assessore Tagliabue e con i Tecnici del Comune ed è stato quasi imbarazzante dover rilevare che il Dimensionamento approvato  è frutto esclusivamente  di scelte politiche, poco chiare, per nulla rispettose degli interessi della popolazione, probabilmente dettate da logiche personali che, alla fine, per assurdo, avvantaggiano  il vostro avversario politico.
Nessun Tecnico o Dirigente di Settore avrebbe potuto compiere, a nostro avviso, uno scempio simile. E’ vero, cha a volte  si è costretti ad adottare delle decisioni impopolari che, però, alla fine, si possono comprendere solo se sono coraggiose e rispettose dell’interesse pubblico.
Ancora una volta a Palazzolo viene relegato un ruolo marginale anche nelle Scuole. Il processo in corso porterà il Comprensivo di Palazzolo ad essere l’istituto di minori dimensioni che nel giro di qualche anno vedrà messa in grave pericolo la sua  stessa sopravvivenza e, in ogni caso lo porrà nella condizione di presentarsi con un’offerta formativa di scarsa qualità, con la conseguenza di non poter competere ad armi pari con gli altri comprensivi più grandi e meglio attrezzati.  Riteniamo siate a conoscenza del fatto che il numero degli iscritti influisce in modo  direttamente proporzionale ai finanziamenti ricevuti dalle singole istituzioni.
A noi sembra davvero paradossale che nessuna gratificazione, in questa situazione,  sia data alle proposte e alle poche esigenze manifestate da chi ha determinato la vittoria politica di quest’Amministrazione, trascurando il quartiere più popoloso di Paderno Dugnano, che versa la quota più incidente degli introiti delle casse comunali.
Questa proposta di creare quattro Istituti Comprensivi così com’è stata formulata, crea forti squilibri fra gli Istituti:
1)     Le economie di scala, come detto, avvantaggiano gli Istituti più grandi perché a parità di servizi offerti hanno maggiori disponibilità economiche;
2)     Il Comprensivo di Palazzolo e quello di Calderara saranno i meno auspicabili per i Dirigenti che, come sapete, hanno il loro stipendio proporzionato al numero di alunni;
3)     Gli Istituti più deboli vivranno nell’incertezza, con una ricaduta sulla progettualità visto che la loro sopravvivenza sarà annualmente messa in dubbio per il fatto che sotto il limite dei 600 alunni, le scuole perdono l’autonomia e rimangono prive di dirigenza e segreteria.
La vostra proposta crea  un grave scompenso nei flussi di alunni in quanto gli istituti con due scuole primarie al loro interno si troveranno impossibilitati a salvaguardare il diritto dei loro alunni ad un percorso di otto anni, perché le scuole medie di riferimento saranno impossibilitate a raccoglierli tutti; al contrario  il comprensivo di Palazzolo si troverà a sottoutilizzare gli spazi a disposizione.
Vi chiediamo di far  valere il vostro peso politico e decisionale all’interno della Giunta facendo vostra la questione della regolazione dei flussi pretendendone l’inserimento nella delibera, siamo certi  questa decisione, oltre che premiare tutti i cittadini del Comune con una decisione saggia ed equilibrata non potrà non avere riflessi positivi vostri sui destini politici.
E’ la legge stessa che prevede che il Piano d’utilizzo degli edifici scolastici sia determinato dagli Enti Locali; cosa che pare invece sottovalutata dall’Assessore Tagliabue e dal Dirigente Bruccoleri  che vogliano delegare al “buon senso” dei Dirigenti Scolastici. Cosa assurda visto che nessuno è tenuto al buon senso, soprattutto se si tratta di rinunciare volontariamente ad iscrivere alunni  al proprio Istituto e conseguentemente a ridursi lo stipendio o a limare i finanziamenti al proprio Comprensivo. Durante l’incontro in Comune è stato fatto riferimento ad un probabile numero minimo di classi che ogni Istituto dovrà avere. E’ evidente che tale numero minimo potrà essere garantito ad alcuni solo se altri non potranno superare un numero massimo.
Mossi da un’insana rassegnazione, rispetto al Dimensionamento della Rete Scolastica che andrete a fare, vi chiediamo almeno di adottare decisioni complementari che diano, quanto meno, una garanzia di sopravvivenza del Comprensivo di Palazzolo Milanese.
Vi chiediamo che la delibera contenga da subito la garanzia che l’Amministrazione Comunale definirà il Piano d’Utilizzo degli edifici scolastici fissando il numero massimo di alunni che ogni plesso di ciascun istituto potrà avere. Questo ci permetterà di creare i presupposti affinchè ogni Comprensivo abbia il flusso di iscrizioni sufficiente a confermare e consolidare il provvedimento che state per definire senza i rischi che allo stato attuale ci vedono destinati ad arrangiare nei prossimi anni.
Vi invitiamo comunque a valutare la possibilità di un incontro con il Consiglio d’Istituto e con l’Associazione genitori di Palazzolo in modo da confrontarci su questo argomento.
Grazie in anticipo.

I genitori del Consiglio d’Istituto di Palazzolo M.se
Marco Maria Maiello
Luigi De Stasio
Daniele Franzina
Elia Gambino
Pietrina Giobbo
Simona Abagnale
Tiziana Passione

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.