Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Rho-Monza: Anche Milano Serravalle ha cambiato marcia

E’ iniziato l’attacco a Paderno Dugnano. Quelle che prima erano semplici parole, carte e progetti ora si sono trasformate in realtà.

Probabilmente spaventati dall’inatteso successo dell’incontro dello scorso 19 novembre 2010 organizzato dal Comitato per l’Interramento della Rho-Monza, dove sono intervenuti politici di spicco addirittura da Roma e, dove probabilmente si sono innescati meccanismi difficilmente influenzabili e controllabili dai soliti ignoti, anche Milano Serravalle ha deciso di anticipare i tempi e augurare il suo personalissimo Buon Natale a molti padernesi.

Peccato che i biglietti di auguri siano stati inviati sotto forma di LETTERE DI ESPROPRIO.

Eh sì. Il ballo è iniziato. Chi era presente alla serata organizzata dal Comitato per l’Interramento ricorderà sicuramente i numerosi pallini rossi più o meno grandi che su una delle piantine del territorio mostravano le proprietà che sarebbero state interessate da azioni di esproprio, dettate da esigenze di ‘Pubblica Utilità’.

Ebbene, da ieri i proprietari delle aree interessate hanno iniziato a ricevere le raccomandate con le quali Milano Serravalle comunica che aree di proprietà saranno interessate dal provvedimento di ESPROPRIO per motivi di ‘PUBBLICA UTILITA’.

In particolare, il senso del documento è contenuto nel passaggio in cui si afferma: “Avvisa – che l’esecuzione di taloe intervento comporterà l’interessamento delle aree di cui risulta la Vostra proprietà nei registri catastali e di seguito indicate, che saranno sottoposte al procedimento di espropriazione per pubblica utilità, secondo quanto stabilito dal D.P.R. 08.06.2001 n. 327, limitatamente alle superfici necessarie alla realizzazione delle opere;

Nella tragicità del messaggio due cose mi fanno sorridere: la prima il fatto che si menzioni solo la ‘pubblica utilità’ e non il ‘personale tornaconto’ di qualcuno; l’altra che si premurano di precisare che si limiteranno all’esproprio esclusivamente delle areee interessate alla realizzazione delle opere. Per fortuna. Ci mancava solo che a scanso di equivoci, giusto per poter lavorare in tranquillità, andassero a sputtanare anche un solo sasso in più del necessario.

Di seguito copia di una delle raccomandate recentemente recapitate e appuntamento ai prossimi sicuri approfondimenti della questione.


 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *