Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Quartieri….qualcosa si è mosso e continua a muoversi

Lo scorso settembre, una lettera aperta pubblicata su questo blog (qui) ha evidenziato alcuni problemi insiti nella gestione dei consigli di quartiere di Paderno Dugnano.
Da allora, diverse forze politiche si sono espresse sulla questione e qualche positivo cambiamento nella gestione dei parlamentini decentrati si è già concretizzato. E’ dell’ultimo periodo infine la costituzione di un osservatorio cittadino che si propone di affiancare i consigli di quartiere, nato da un’iniziativa di Gianni Rubagotti, uno dei soci con i quali partecipo al movimento per il recupero della Chiesetta del Pilastrello. L’ultimissima novità sulla vicenda l’ho infine appresa leggendo un recente post di Paderno7OnAir, riguardante un Comunicato stampa del Comune contenente alcune dichiarazioni di Zaira Delizi, consigliere delegata dal Sindaco Alparone alla Partecipazione, relative alla nascita dell’osservatorio. Premettendo che la mia lettera aperta non ha mai ricevuto risposta diretta e quindi in qualche modo ho dovuto cercare di rispondermi da solo (qui), vorrei ora avanzare qualche considerazione relativa agli eventi più significativi che si sono sviluppati da settembre ad ora sull’argomento.

Come prima cosa le reazioni delle varie forze politiche. A parte un’estemporanea dichiarazione del neo eletto rappresentante dell’Udc locale Dario Pirovano, il Movimento 5 Stelle con Silvana carcano e PRCI con il Consigliere Mauro Anelli, nessuna altra forza politica di maggioranza o di opposizione ha rilasciato dichiarazioni, preso posizione o suggerito interventi migliorativi.
Per quanto riguarda l’opposizione immagino che il silenzio sia legato al fatto che rappresentanti della sinistra partecipano alla composizione dei consigli di quartiere e, non avendo trovato nulla da evidenziare prima su eventuali problemi era inutile aggiunere osservazioni in merito dopo.
Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, Silvana Carcano ha invece evidenziato alcune carenze ed inesattezze nella stesura dei verbali ufficiali, dove almeno in un’occasione sembra sia stata omessa la registrazione di un intervento che la stessa aveva chiesto fosse verbalizzato.
Da Pirovano invece, come primo atto d’insediamento, pur condividendo e rispettando parte degli argomenti che ha voluto affrontare, per rilanciare l’UDC sulla scena locale, mi sarei aspettato ne trattasse di ben più urgenti e critici, come per esempio la Rho-Monza, la presenza mafiosa sul territorio, l’emergenza in cui versano le principali industrie della zona o l’Inceneritore. Tant’è.

Nel frattempo, come accennato, da parte del cittadino Gianni Rubagotti è stata lanciata la proposta della costituzione di un osservatorio autonomo e svincolato da interessi politici che affiancasse i Consigli di Quartiere e, con il vantaggio offerto da un’osservazione esterna, ne aiutasse i componenti a individuare punti di miglioramento, colaborasse a sostenere le eventuali iniziative e contribuisse a dare maggiore visibilità alle iniziative meritevoli. Purtroppo, l’iniziativa e le sue finalità sono state completamente travisate dal consigliere Zaira Delizi che con abbondante ritardo sull’inizio della vicenda e mostrando un’elevato nervosismo ha confezionato un estemporaneo comunicato stampa, praticamente facendo il taglia e incolla del primo post che avevo pubblicato, parlando di condizioni meteo infami e di cittadini che son mancati all’appello.

Sinceramente ritengo che miglior figura sarebbe stata ottenuta evitando un comunicato stampa emesso in ritardo rispetto l’inizio di una vicenda che si è inizialmente cercato in tutti i modi di minimizzare, piuttosto velleitario nelle rimostranze verso i cittadini e che ha mostrato i classici ‘nervi scoperti’. Mi sembra che la comunicazione continui ad essere il tallone d’Achille dell’attuale amministrazione. Purtroppo, la sig.ra Delizi si è probabilmente dimenticata che è diritto dei cittadini starsene a casa se lo desiderano ma non è prerogativa di chi istituzionalmente si è assunto un incarico.
Inoltre, in almeno due successive occasioni ho testimonianza che almeno il sig. Rubagotti si è recato agli incontri con i Consigli di Quartiere e in entrambe le occasioni l’ha incontrata.

A differenza di quanto dichiarato nel suo comunicato stampa, sembra che la signora Zaira si sia principalmente premurata di capire quale forza politica ci fosse dietro all’organizzazione dell’Osservatorio sui quartieri, per conto di chi il sig. Rubagotti si stesse nuovendo e quale fosse il fine ultimo che a livello politico si voleva raggiungere. Del tanto decantato desiderio di collaborazione e cooperazione nemmeno l’ombra.
Continua quindi lo stupore e la difficolta da parte di alcuni esponenti della maggioranza a concepire che semplici cittadini, forse un po’ più attivi e disponibili di altri, sentano necessità di muoversi semplicemente perchè hanno rilevato problemi che pur segnalati, non sono stati risolti o per i quali non è stata mostrata l’intenzione di volerli risolvere. Invece di approfittare della disponibilità e della collaborazione salgono sulle barricate. Insomma, un simile comportamento mostra unicamente insicurezza e timore, portando a vedere piani diabolici e strategie complesse anche quando si presenta un comune cittadino animato da buona volontà e disponibilità.

Non so se questo timore è alla base anche di uno dei punti all’OdG che verranno discussi in occasione del prossimo Consiglio Comunale. In particolare mi riferisco al punto n° 8: Approvazione modifica all’art. 16 del Regolamento della Partecipazione Popolare. Ingenuamente e ottimisticamente confido in una mossa migliorativa ponderata alla luce dei problemi portati in evidenza dalla vicenda e non nell’ennesimo passo falso. Staremo a vedere. Comunque vada Gianni Rubagotti che ha tutto il mio personale sostegno avrà anche nuovo materiale da aggiungere alla personale raccolta di notizie legate alla vita dei Consigli di Quartiere.

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Usando il nostro sito web si acconsente all'utilizzo dei cookies anche di terze parti Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.