Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Politica a Paderno Dugnano: “tutto vola banalmente”

Ne avevo parlato nel post precedente e a un anno dalle elezioni amministrative locali, vale la pena di fare un rapido bilancio. Tra i fenomeni più evidenti vi è il fatto che le forze politiche attualmente più attive, tanto nella maggioranza quanto all’opposizione,  al momento risultano essere quelle che hanno rappresentato una novità nel corso dell’ultima tornata elettorale locale.

Da parte della maggioranza abbiamo infatti gli esponenti eletti della lista ‘Paderno Dugnano Cresce’ mentre all’opposizione troviamo gli esponenti del ‘Movimento 5 Stelle’ e della lista civica ‘Insieme Per Cambiare’.

Per quanto riguarda la lista ‘Paderno Dugnano Cresce’, nell’ultimo periodo ho avuto modo di apprezzare particolarmente le iniziative dell’assessore alle Pari Opportunità, Scuola, Cultura, Eventi, Giovani Arianna Nava. Mi sembra  persona molto valida, intelligente e dalle idee chiare. Molte delle iniziative recentemente promosse, come nel caso degli incontri del programma ‘Famiglia è – Familiamoduemilaquindici’  si sono mosse nella stessa direzione che mi sarei auspicato per una simile posizione. Purtroppo, sembra che il programma di incontri dell’iniziativa Famigliaè, sia stata snobbata dalla maggior parte delle forze politiche locali, nonostante molti degli argomenti fossero condivisibili e di attuale rilevanza. Unica eccezione sembra sia stata la partecipazione della ex candidata sindaco per il PD Antonella Caniato a uno degli incontri programmati. Insomma, nonostante gli argomenti siano stati assolutamente strategici e di attualità è  sembrata prevalere a livello locale la tendenza a continuare a zappare nel proprio orto piuttosto che trovare sinergie e argomenti di collaborazione e condivisione.

Purtroppo ci troviamo di fronte all’innato e storico atteggiamento italico del ‘io l’avrei fatto meglio’ e del ‘se lo propongono gli altri è sbagliato’.  Sicuramente l’assessore in questione se mantiene l’entusiasmo e la determinazione fin qui dimostrate avrà certamente modo di ottenere risultati importanti. Interessante iniziativa anche la prossima presentazione dell’App Comunale MyPaderno, promossa e sostenuta dal’assessore Roberto Boffi con delega all’Innovazione Tecnologica, altro esponente eletto della lista ‘Paderno Dugnano Cresce’.

Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, buone fino a qui le idee e le intuizioni, sbagliato come al solito secondo il mio modestissimo parere, il metodo. Purtroppo il movimento in questione, anche a livello locale, sembra essere caratterizzato da un atteggiamento di protesta piuttosto che di proposta, di denuncia piuttosto che di soluzione. E’ un peccato perché conosco personalmente le potenzialità delle persone coinvolte ma continuando con la delegittimazione e la denigrazione delle istituzioni preposte si genera solo confusione e non si risolve nulla. La tanta energia disponibile anziché essere indirizzata in una perenne incazzatura e in una generale diffidenza potrebbe essere veicolata nella ricerca, nella proposta e nella difesa di possibili soluzioni. Al momento purtroppo, anche in occasione di argomenti legittimi vedo un gran urlare ma un ridotto agire.

Per quanto riguarda la lista Insieme Per Cambiare, anche qui tante le idee, le iniziative e le azioni. Il gruppo sembra ben strutturato, anche se, forse eccessivamente dispersivo per le forze a disposizione. Ultimamente gli sforzi del movimento si sono dedicati al fiume (torrente?) Seveso, con la ricognizione di un tratto dell’alveo, l’individuazione di alcuni scarichi abusivi, l’identificazione di un manufatto storico e la realizzazione di alcuni incontri pubblici sull’argomento. Azioni encomiabili ma temo, concretamente ininfluenti. Purtroppo il problema Seveso potrebbe risolversi definitivamente solo agendo a livello extraterritoriale, facendosi promotori di un ‘patto’, di un ‘consorzio’, di una ‘alleanza’ tra tutti i comuni interessati dal passaggio della ‘via d’acqua’. Questo permetterebbe di attivare programmi pilota di controllo degli scarichi e di bonifica delle acque. Sicuramente ogni comune interessato dal passaggio del torrente può annoverare un movimento o un gruppo locale a vocazione ambientale con il quale interagire a livello programmatico. Agire a livello territoriale nella parte finale del torrente temo equivalga a cercare di arginare l’onda di piena usando le forchette. La fantasia e l’energia al gruppo sicuramente non mancano e nel proseguo identificheranno certamente linee d’azione maggiormente proficue.

Per quanto riguarda i grandi ‘latitanti’ spicca sicuramente il PD, che dopo la sostituzione del segretario che l’ha guidato alle ultime votazioni politiche locali sembra essersi eclissato, anzi per assurdo, sembrano continuare a  far maggior clamore le azioni dell’ex segretario Oscar Figus, spesso in associazione con l’unico ‘Radicale Libero’ del territorio Gianni Rubagotti, che l’intera rappresentanza politica del  maggiore partito di opposizione.

Nel limbo sembrano essere finite anche tutte le forze politiche dell’estrema sinistra, che Carlo Arcari era riuscito a raccogliere intorno a un programma comune e che dopo la débâcle alle elezioni comunali si sono dissolte come neve al sole.  Alcuni tentativi di comunicazione e iniziativa (frammezzati da quelli dedicati alle imprese calcistiche della Juventus) sono ancora promossi dall’elemento più attivo dell’ex coalizione, ex. Idv e attuale esponente Sel, Maurizio Cerioni. Ancora più evanescenti, tanto che viene da chiedersi se ancora esistano territorialmente (se non addirittura a livello nazionale) sono Scelta Civica, UDC e Italia dei Valori. Nessun segnale (in controtendenza rispetto al Nazionale) da parte della Lega  e dalle altre forze/movimenti di maggioranza, fatta eccezione per le notizie relative a disaccordi interni e scissioni tra alcune delle liste civiche della coalizione. Insomma, siamo di fronte all’evidenza del nuovo che avanza? Se si, in che modo avanza?????

Ai posteri l’ardua sentenza.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Usando il nostro sito web si acconsente all'utilizzo dei cookies anche di terze parti Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.