Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

“Paderno non è Capri …”, ovvero: tutte le “gaffes” di un assessore provinciale che non ha nulla da invidiare al grande Communardo Niccolai, in termini di autogol incredibili…

A fare il paio con alcuni post che avevo già pubblicato (qui) e interamente dedicati alle terribili gaffes che recentemente inanellato l’assessore provinciale De Nicola, pubblico di seguito una lunga riflessione ricevuta da Ferruccio Porati, portavoce del CCIRM (Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza. Alla fine del documento viene da essere contenti che Paderno Dugnano non sia Capri e, a questo punto, viene l’idea che la vogliano conciare alla stessa maniera.
La parola a Ferruccio:

Buongiorno a tutti coloro che leggono.

Con il virgolettato di cui al titolo (“Paderno non è Capri …”), durante una sessione estiva del consiglio provinciale di Milano, senza badare alla presenza di un auditorio costituito solo di cittadini Padernesi, le orecchie di tutti i presenti, che chiamo a testimoni a scanso di qualsiasi contestazione, hanno dovuto udire questa buffa frase da parte di un funzionario pubblico, l’assessore provinciale Giovanni De Nicola, chiamato, ironia della sorte, a fare gli interessi di quei cittadini…

Il tema era quello dell’interramento della futura Rho-Monza in attraversamento per Paderno Dugnano; le parole del funzionario erano l’ennesimo, sdegnoso, diniego.

E allora mi sono detto: andiamo un pò a vedere quali “meraviglie” ci sono a Capri, che la rendono un luogo così degno di tutela da essere difesa a spada tratta anche da Milano, da un amministratore del territorio milanese, a scapito dei cittadini della Provincia di Milano stessa…

Ho trovato un pò di interessante documentazione.

1) la cronaca di uno stupro (“il giorno” dello scorso 8 agosto 2010);
2) il rapporto sullo stato del mare 2010 dice che anche a Capri c’è qualche problemino con lo “streptococco fecale”. E poi ci chiediamo perchè la gente va a fare le vacanze in Grecia… A proposito: consiglio a tutti le meravigliose spiagge bianche dell’isola di Thàssos, dalle parti di Salonicco…
3) La cosa da custodire, più preziosa del “Sacro Graal”, a Capri (in teoria) è la Grotta Azzurra. Ed invece che cosa ci hanno fatto in piena stagione turistica lo scorso anno? Prima l’hanno sommersa di cocci di vetro e poi l’hanno riempita di liquami (o viceversa, poco importa la sequenza)… Vuoi vedere che, caso mai riaprirete le centrali nucleari (ne dubito), la prossima volta nella Grotta Azzurra troveremo le scorie radioattive e nuove specie animali, come le sardine antropofaghe?
4) il servizio di TG raitre del 6 dicembre 2010, ovvero la gran cagnara perchè il comandante dei vigili voluto dal sindaco è donna…

A tutti i link che vi indico in fondo alla pagina ci sono dettagliate notizie dei fatti riportati ed accaduti in quel di Capri, l’esempio virtuoso secondo l’assessore De Nicola che, nelle intenzioni del suo paragone, avrebbe dovuto affossare la “degradata” Paderno Dugnano.

Beh: se quel quadretto di cosettine qui esposte che fanno capo a Capri meritano una tutela così forte, direi che a maggior ragione, caro assessore ai trasporti della provincia di Milano, i cittadini Padernesi – che hanno già visto e stimato donne al comando in città fra i corpi armati dello stato, che ci tengono al loro ambiente ed al futuro dei propri figli, che se avessimo il mare non sarebbe certo una coltura batterica tossica – ne meritano altrettanto se non di più: direi che, un’altra volta, ha preso a citazione un esempio con cui, alla fine, si è fatto autogol.

Passiamo ad un altro autogol, ma certo: il suo cavallo di battaglia! Si ricorda quando, quel 15 aprile 2010, è venuto a Paderno ad affossare subito il discorso dell’interramento in una pubblica adunanza alla città dove i cittadini dovevano stare rigorosamente zitti (in quella stessa aula, l’arch. Minotti aveva capito dalle nostre parole che avevamo scoperto tutte le magagne del progetto Rho-Monza)? Si ricorda come ha esordito? Glielo ricordo io: “Siamo andati sulla luna!”. Una frase ad effetto, nelle intenzioni, ma un boomerang, nella sostanza.
Vediamo perchè.
1) “Siamo?” Chi? Caso mai stiamo parlando degli Americani, quindi bisogna dire “sono andati sulla luna”, non “siamo”. Nessun Padano o Calabrese (par condicio, così non si inalbera nessuno) mi pare abbia mai passeggiato nel mare della tranquillità…
2) appena dopo che ha tirato fuori sta storia della luna, tutti in sala – tutti – si sono guardati in faccia ed automaticamente ci siamo detti: “ma è una cosa vecchia di 40 anni!”. Nel 2010 ci fa un esempio del 1969! Questo è sintomatico del fatto che ci vuol presentare il sistema autostradale Rho-Monza + Milano-Meda a 14 corsie ed a cielo aperto come un progetto che guarda al futuro ma che in realtà è roba vecchia e bocciata dalla storia, come chi è venuto ad assistere al nostro incontro del 19 novembre, cittadini e parlamentari, e come ho sentito ripetere lo scorso venerdì a Bovisio Masciago da un professore del Politecnico di Milano impegnato sull’altro fronte critico di Pedemontana, ha potuto sentire ed apprezzare. La progettazione della Central Artery di Boston, ad esempio, sta a dimostrare che le sopraelevate in ambito urbano sono progettazioni obsolete: sono la tecnica costruttiva degli anni 50, quando le auto erano molto più simili, in forma e prestazioni, alla FORD T dei tempi di Stanlio ed Ollio, che non alle nostre. Nel 2010 la sopraelevata urbana è un progetto VECCHIO e BOCCIATO dalla storia. L’America va avanti e noi andiamo indietro: chi è andato sulla luna, si prepara ad andare su Marte; noi invece facciamo il verso a Stanlio ed Ollio…

Sempre in tema di gaffes, approfitto per ricordarle che è dallo scorso 7 novembre che le chiedo il rimborso delle 50 euro che mi ha fatto spendere per acquistare le catene da neve (che non mi servono) per rispettare un’ordinanza mai entrata in vigore. Quando e come mi rimborsa da questa spesa che, ad oggi, non ha più nessun senso?
Dobbiamo fare anche in questo caso, un raggruppamento di cittadini della provincia di Milano costretti in massa a chiedere rimborso per spese non previste, sostenute al solo fine di non essere sanzionati a causa di un provvedimento mai entrato in vigore alla data prevista del 15 novembre 2010? E chi li dà i soldi alla Provincia per rimborsare tutti quelli che sono nella mia condizione? Mai posta questa domanda? Offre lei?

Infine, complimenti a chi ha avuto l’idea di mettere sulla rassegna stampa della Provincia l’articolo di Repubblica (a firma di Franco Capitano, qui allegato, con tanto di logo della rassegna stampa della Provincia!) che sollevava dubbi sulle motivazioni che l’hanno spinta alla visita ecumenica in casa del più grande produttore di catene. Con quest’altro autogol (e quattro!), si è superato il buon Niccolai del Cagliari di Gigi Riva, per incollare la cui figurina sull’album dei calciatori ci voleva ancora la colla bianca da spalmare con l’apposito pennellino (parliamo di calcio di 40 e più anni fa, cioè di futuro, dal suo punto di vista! O No?).

Ed infine, per chiudere, che ne pensa di quei 773 bambini padernesi da noi censiti che finiranno affumicati dal “meraviglioso” mostro a 14 corsie, verso i quali anche lei non ha mai dato nessun segno di attenzione, seppur indirizzato per conoscenza dal nostro censimento, con lettera protocollata alla Provincia di Milano in data 9 giugno 2010?

Viva Paderno Dugnano e viva tutti i cittadini che si battono e si batteranno fino alla fine per il rispetto dei nostri diritti e della nostra dignità, in tutte le sedi deputate che identificheremo in base alla consistenza degli atti e dei risultati delle nostre perizie in corso.

Padernesi, non perdetevi d’animo. Ognuno di noi è una piccola goccia d’acqua inerte, ma tante piccole gocce d’acqua che confluiscono nel Seveso, alla fine, mettono costantemente in crisi anche la grande Milano. Sarà Milano che dovrà adeguarsi al Seveso se non vuole continuare ad andare sott’acqua quando piove, non il contrario.

Ing. Ferruccio Porati

P.S. Ulteriori link sulla “bellezza di Capri”:

http://www.9online.it/blog_emergenzarifiuti/2010/03/25/inquinarono-la-grotta-azzurra-premiati-con-riduzione-della-pena/

http://www.9online.it/blog_emergenzarifiuti/2010/08/31/capri-sequestrato-il-depuratore-che-pero-continua-a-funzionare/

http://www.maranoweb.it/articles.asp?title=Estate_2010:_Maglia_nera_con_rischio_infezioni_per_il_litorale_flegreo_e_giuglianese.&id=317

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/27/capri-riapre-la-grotta-azzurra/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/31/capri-si-allarga-linchiesta/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/26/capri-la-longa-manus-della-camorra/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/25/da-30-anni-getto-vetro-in-mare/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/25/capri-affonda-sequestrata-la-grotta-azzurra/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/24/il-dossier-capri-arriva-in-procura/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/20/isole-campane-nel-mirino-dellecomafia/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/20/capri-dopo-i-liquami-bottiglie-in-mare/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/20/grotta-azzurra-legambiente-toccato-il-fondo/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/08/18/capri-liquami-nella-grotta-azzurra/

http://www.9online.it/blog_emergenza_archivio/2009/07/30/3mare-inquinato-danni-irreversibili/

http://forumambientalista.wordpress.com/2009/08/25/capri-chiusa-la-grotta-azzurra-siamo-al-fallimento-di-qualsiasi-rispetto-ambientale/

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.