Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno è stata bombardata?

Premetto che la stessa situazione l’ho trovata anche a Milano, sebbene apparisse meno drammatica, forse favorita dalla maggiore estensione del territorio.

In ogni caso, questa mattina per le strade di Paderno Dugnano potevano circolare solo guidatori esperti in grado di destreggiarsi con gli slalom imposti dalle numerosissime buche apparse improvvisamente sulle strade cittadine (nella foto solo alcuni esempi tra i tanti disponibili). Le strade sembravano essere state oggetto di un massiccio bombardamento.

A differenza di altre occasioni, le buche che si sono formate recentemente si presentano particolarmente profonde e insidiose in quanto colme d’acqua, che ne camuffa la reale gravità. Su alcune delle più esagerate si è provveduto a posizionare qualche cartello di segnalazione, ma la situazione resta sinceramente imbarazzante e non credo che possa essere risolta con il consueto passaggio del camioncino e degli addetti che riversano nelle buche qualche badilata di catrame.

Inoltre, tanto per cambiare, questa mattina la via Cesare Battisti era ancora interrotta al traffico con appositi cavalletti. Ma i lavori di sistemazione della voragine che si era aperta non erano stati appena completati?

Giusto perchè mi piace lavorare a ‘livello marciapiede’  e perchè ne avevo già denunciato lo stato (qui), torno sull’attuale situazione della segnaletica orizzontale che, come visibile in foto, in alcune zone della città è letteralmente scomparsa. Le flebili tracce di quella esistente spariscono definitivamente nei giorni di pioggia e in alcuni casi, si tratta di strisce zebrate per l’attraversamento sicuro dei pedoni.

La domanda sorge spontanea: costa di meno sistemare definitivamente la situazione in cui versano le strade cittadine o i rimborsi che si dovranno iniziare a pagare per risarcire i cittadini e gli automobilisti che subiranno danni a causa dello stato delle cose?

E’ un peccato e fa tristezza, ma l’odierna situazione delle strade di Paderno Dugnano rispecchia in qualche modo la situazione disastrata dell’intero territorio, minacciato a destra e sinistra da gravi problemi che invece di essere risolti continuano ad essere usati per sottili giochi politici.

Sicuramente, per quanto riguarda le strade sarà necessario rivedere un po’ il bilancio appena presentato e intervenire in modo meno ‘provvisorio’ mentre, per i problemi contingenti che stanno attanagliando la nostra città (mi scuso anticipatamente per il ‘francesismo’ ma quanno ce vo’, ce vo’ ), sarebbe forse arrivata l’ora di tirar finalmente fuori le ‘palle’.

Da troppo tempo serpeggia del torpore in città e la fonte và ricercata a monte, ai livelli istituzionali, dove alcune volte sembra di sentire risuonare in lontananza non le note dell’inno di Mameli, della carica della cavalleria bensì del forse più noto motivetto popolare ‘ Fin che la barca và…’.

Già, fin che và ………..

7 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.