Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano:Tyson l’azzannatore è tornato in libertà

cane.jpg

Come spesso avviene abbiamo due notizie:una buona e una cattiva. Iniziamo dalla buona. Abbiamo appreso questa mattina che la bambina azzannata dal cane lo scorso 20 gennaio sta bene e sembra sia tornata a casa. Come al solito sembra anche che la stampa ‘classica’ abbia un po’ esagerato i danni fisici subiti dalla bambina che non è mai stata in pericolo di vita. Ovviamente, sui danni psicologici che la piccola ha subito nessuno può ipotizzarne l’entità e purtroppo solo il tempo potrà quantificarli. Resta comunque evidente che per i limitati danni fisici si può sicuramente ringraziare il pronto intervento dei due muratori che lavoravano nel vicino cantiere. Senza di loro meglio non immaginare l’epilogo che avrebbe potuto avere la vicenda.

Veniamo ora alla notizia cattiva. A quanto pare Tyson, il cane autore dell’aggressione, sembra essere tornato a casa. Non sappiamo se come osservato speciale agli arresti domiciliari e sotto osservazione, ma da questa mattina, è tornato ad abbaiare ai passanti.

Non è questo il luogo per addentrarsi in considerazioni giuridiche, resta per noi nell’immediato la preoccupazione per la signora anziana che abita nella villetta e che solitamente teneva a bada il cane con un giornale arrotolato. Alla luce di quanto accaduto dubitiamo che un giornale arrotolato possa fermare un altro raptus del cane. Nel lungo periodo a preoccuparci è invece il pericolo che corrono in generale i passanti che transitano quotidianamente davanti alla villetta e i bambini in particolare.

La troppa sicurezza, il non voler comprendere l’intrinseca instabilità dell’animale e la fatale distrazione (che come purtroppo abbiamo visto nessuno può escludere) potrebbero far si che un giorno qualsiasi un cancello difettoso, una svista mentre escono con la macchina o un qualsiasi imponderabile evento permettano all’animale di sfuggire al controllo e attaccare qualcun altro.

Immaginiamo che a livello legale non sia stata presentata alcuna denuncia. L’evento viene quindi relegato a un semplice fatto privato. E’ come se il chiuaua di casa abbia morsicato la caviglia del proprietario. Ora però chi in occasione del precedente articolo (qui) si è sempre detto sicuro della pericolosità dell’animale (reo di altri episodi di violenza) dovrebbe intervenire, fosse anche con un semplice esposto. In questo caso. se i proprietari vogliono puntare sulla loro sicura conoscenza dell’indole dell’animale e vogliono puntarci la loro tranquillità futura sappiano, che i sorvegliati speciali sono loro. Alla prime che farà a risponderne non sarà solo il cane. In alternativa si accetta a priori qualsiasi successiva evenienza per tacito consenso. Come si usa in altre circostanze: Chi ha qualcosa da dire parli ora o taccia per sempre.

No Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.