Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano:Risposta all’interpellanza di Rifondazione Comunisti sulla Rho-Monza

giano.gif Di seguito anticipiamo la risposta ufficiale all’interpellanza che il capogruppo RC Mauro Anelli aveva inoltrato (qui) e che gentilmente ci è stata fatta pervenire. L’interpellanza come anticipato in seno all’ultimo consiglio comunale verrà discussa in occasione della prossima seduta. Il particolare sul quale vorrei attirare l’attenzione e che potrebbe facilmente sfuggire a una prima lettura è verso il fondo della risposta dove si dichiara:

Il Tavolo tecnico, come da protocollo approvato con deliberazione di G.C. n. 127 del 21/05/2009, prevede tra i componenti il Comune di Paderno Dugnano, la Provincia di Milano, la Società Serravalle e non la Regione Lombardia”

interpellanzarm.jpg

Ovviamente la risposta è a firma del sindaco. Cosa significa questo passaggio all’apparenza insignificante? Semplicemente che per la prima volta e in modo ufficiale il sindaco ammette che al 21/05/2009 (quindi vecchia giunta Massetti), era stata concordata e approvata la nascita del famoso Tavolo Tecnico. Ovviamente non poteva essere caduto improvvisamente dal cielo ma probabilmente era il risultato finale del lavoro fino a quel punto condotto da associazioni, comitati e cittadini e sostenuto, seppur tardivamente, dalla vecchia giunta in carica.

Ufficialmente da parte della Provincia l’intendimento principale del tavolo tecnico era quella di individuare una soluzione ‘migliore’ che risolvesse le criticità evidenziate. A indirizzarne decisamente le finalità verso l’individuazione di una soluzione che prevedesse l’interramento è stato ieri come oggi il Comune di Paderno Dugnano (Da un comunicato ufficiale della provincia datato 19/maggio/2009: …Il Consiglio Comunale di Paderno Dugnano, lo scorso 3 aprile, ha quindi chiesto alla Provincia di Milano di attivare un tavolo tecnico per valutare la fattibilità tecnica, ambientale e finanziaria dell’interramento della SP 46 nel tratto di affiancamento alla “Milano-Meda.)

Di tutto questo però si continua a tacere, dichiarare inesattezze, generare confusione e cercare di impossessarsi in forma esclusiva di un merito condiviso. Se qualcuno leggesse infatti l’articolo sulla Rho-Monza pubblicato sull’ultimo numero della Calderina e firmato congiuntamente dal Sindaco e dal Vice Sindaco, leggerebbe passaggi di questo tipo:

“…il tavolo tecnico istituito per il progetto della strada lavora oggi con un nuovo indirizzo: quello dell’interramento del tratto che attraverserà Paderno Dugnano.”

“…Abbiamo ereditato un fallimento dal punto di vista tecnico e politico” (ndr. considerando quanto dichiarato ufficialmente nella risposta all’interpellanza spero non si riferiscano al Tavolo Tecnico :-)”

“…Questi sono i fatti, raccontati nell’unico modo che conosciamo: dicendo la verità (ndr. e smentendosi nello stesso tempo con una risposta ufficiale e agli atti?)

“…Sulla Rho-Monza le ideologie se ne stiano da parte.”

Insomma, non è così che si dimostra coerenza e professionalità, che si ottiene fiducia e credibilità. Facendo così, perdendosi sulle inezie, le uniche cose che si guadagnano sono creare tensioni, generare confusione e divisioni.

Perchè continuare a ciurlare nel manico girando intorno alle parole, giocando con le sfumature, perdersi nelle ambiguità. E’ questo che mi delude del sindaco che ho votato. Da come lo avevo immaginato nel periodo della campagna elettorale mi sarei aspettato una secca presa di posizione del tipo:

“Ok cari concittadini, alla fine quelli della precedente amministrazione, si sono decisi a chiedere la nascita di un Tavolo Tecnico per individuare la possibilità di giungere all’interramento del tratto padernese della futura Rho-Monza. Tocca a noi ora il lavoro maggiore e l’impegno di ottenere i risultati sperati da quanto andiamo a EREDITARE.”. E’ infatti piuttosto frustrante vedere quante energie e quante tensioni vengano generate per volersi a tutti i costi impadronire di un aspetto intermedio della vicenda. L’unico punto sul quale ci si potrà giocare tutto, che sarà interamente merito dell’attuale giunta e che nessuno potrà contestare e negare sarà il risultato finale. A meno che già ora non si nutrano dubbi e si vogliano porre le mani avanti.

Se mai giungerà un tristissimo giorno in cui i risultati sperati non verranno raggiunti, in base alla musica che si sta suonando, sono sicuro che la paternità del tavolo tecnico verrà restituita alla precedente amministrazione con gli interessi.

Quello che non vorrei più vedere resta il sindaco che ho contribuito a eleggere che sul giornale di propaganda che raggiunge nella propria casa ogni padernese, vada a dichiarare cose che poi è costretto a smentire nei documenti ufficiali, dichiarando nello stesso tempo che si sta dicendo la verità e che “…Sulla Rho-Monza le ideologie se ne stiano da parte.”.

Da cittadino voglio, merito e pretendo coerenza e correttezza da parte di chi mi rappresenta.

– Il testo della risposta in formato pdf => interpellanzarm.pdf

No Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Usando il nostro sito web si acconsente all'utilizzo dei cookies anche di terze parti Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.