Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano:La pagella del Consiglio Comunale

pagella.jpg

E’ vero, di solito non è bello dare voti e soprattutto chi sono io per darli. Ritengo comunque che questa pratica costituisca un elemento d’interesse per gli eventuali lettori e soprattutto, in un flash immediato contribuisca a rendere sinteticamente il valore apportato dal singolo alle discussioni sviluppatesi in seno al Consiglio Comunale. Per quanto riguarda invece il discorso di chi sono io per poter assegnare dei voti, potrei rispondere che mi pongo come un qualsiasi cittadino che ha partecipato al Consiglio Comunale e da ‘votante’ e soprattutto ‘stipendiante’ dei signori che vi presiedono, ho il diritto/dovere di giudicarne l’operato. Ma veniamo ora al dunque:

Presidente Annunziato Papaleo: 7
Motivazione
: Integerrimo, rigoroso e inflessibile. Bacchetta lo stesso sindaco quando non si attiene al regolamento.
 
Sindaco Alparone Marco: 5
Motivazione
: Ancora troppo ‘gigione’. Si fa beccare assente nel corso di una votazione e viene ripreso dal presidente. Si arrampica sui muri con un episodio sconosciuto ai più pur di poter commentare li manifesti dell’opposizione sull’argomento Rho-Monza.

Assessore al bilancio Lidia Katia Ruzzon: 4
Motivazione
: In occasione degli interventi del consigliere Coloretti ha mostrato prima un atteggiamento troppo sulla difensiva e poi un evidente fastidio che ha spesso sconfinato nella mancanza di rispetto. La professionalità va mantenuta sempre e comunque.

Coloretti Marco: 6
Motivazione: Un panzer. Fino all’ultimo ha sostenuto, illustrato e motivato tutti gli emendamenti presentati. Ottima dialettica. Si perde il 7 per l’infelice commento sul ruolo dei blog e per alcuni errori introdotti nei calcoli di alcuni emendamenti presentati.

Caldan Carlo: 6
Motivazione: Fa il suo dovere anche se continua la schermaglia con rifondazione.

Anelli Mauro : 6
Motivazione
: Inossidabile, non molla e con le varie interrogazioni e interpellanze, anche se sicuramente destinate alla bocciatura, porta in evidenza i temi caldi del momento, costringendo a discuterne

Cerioni Maurizio: 5,5
Motivazione
: Non ci mette del ‘proprio’ e si ferma al minimo intervento istituzionale. Il mezzo voto in più se lo guadagna per la brevità dell’intervento che ha spiazzato la parte di maggioranza che stava abbandonando l’aula.

Altri: senza voto.
Motivazione: O non hanno partecipato alla discussione, o dormivano, o stavano leggendo il giornale, facendo le parole crociate o giocando a battaglia navale.

No Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Usando il nostro sito web si acconsente all'utilizzo dei cookies anche di terze parti Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.