Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano: Riprese dei consigli e inceneritore. Mica si doveva girare un colossal

 Il movimento 5 Stelle ha pubblicato a tempo di record le riprese effettuate con il consenso della giunta di Cormano, dell’ultimo consiglio straordinario nel quale si è discusso anche della spinosa questione dell’inceneritore che dovrebbe essere costruito in territorio di Paderno Dugnano in Via Beccaria, nell’area Ex. Tonolli. Insomma, come dire ….’video canta’. Il consiglio comunale di Cormano, svolto ovviamente in aula consiliare e con la partecipazione di numerosi ‘ospiti’ esterni al comune, appare ben lontano dal carrozzone nel quale si è trasformato invece il consiglio di quartiere di Paderno Dugnano e sull’imbarazzo del quale, si son detti concordi tutti gli intervenuti, di qualsiasi schieramento politico. Cioè, davanti all’evidenza, il tentativo di relegare a semplice riunione di quartiere un argomento importante come quello del possibile inceneritore di Via Beccaria, fornisce un’idea precisa di quale rilevanza gli sia stata assegnata dall’attuale giunta e cosa, probabilmente hanno già in mente di fare.

Al di là di qualsiasi considerazione e di qualsiasi motivazione appare difficile giustificare che un argomento al quale un comune limitrofo non direttamente coinvolto dalla vicenda (nel senso che non si svilupperà direttamente sul territorio di competenza) dedica un ordine del giorno nell’ambito di un consiglio comunale, venga invece relegato dalla nostra attuale giunta a un evento di ‘quartiere, da svolgersi in un’aula la cui capienza massima è di 70/80 persone. Ancora più imbarazzanti le parole pronunciate dal sindaco di Cormano che purtroppo, sono diventate di pubblico dominio in quanto, Cormano ha avuto il coraggio di fare quel passo verso le riprese del consiglio alle quali l’attuale giunta di Paderno, pur avendole inserite nel programma di mandato, pur avendole attualmente allo studio, continua ad opporsi nei fatti.

Insomma, la bagarre del consiglio di quartiere di Paderno Dugnano si è principalmente sviluppata intorno alla pretesa di effettuare le riprese da parte del movimento 5 stelle e al divieto di effettuarle da parte del presidente del consiglio comunale. Lasciamo poi perdere l’infelice scelta di svolgere tutto in una sede di quartiere notoriamente sottodimensionata.

Al consiglio di quartiere di Cormano invece, davanti a una platea tranquilla e attenta, le parole pronunciate dal sindaco di Cormano Roberto Cornelli sono state amplificate mille volte. Ma perchè a Cormano le riprese sono state consentite mentre a Paderno no? Questione di qualità affermano alcuni, ma visionando quelle del consiglio di Cormano, quello che c’è da sentire si sente e quello che c’è da vedere si vede. Non si deve per forza girare un nuovo Ben-Hur. Probabilmente le giunte di sinistra sono più disponibili verso le iniziative di movimenti politici ‘affini’ come è il 5 stelle di Grillo. In ogni caso, sarebbe finalmente ora di finirla con queste scaramucce tra destra e sinistra, questa continua propaganda elettorale. Vogliamo infine una buona volta capirla che in ballo non ci sono gli interessi di partito ma quelli dei cittadini che si è chiamati a rappresentare ma soprattutto tutelare??? La dimostrazione che comunque con un minimo di iniziativa e buona volontà sia possibile ottenere ciò che l’attuale giunta di Paderno Dugnano ha addirittura nel proprio mandato, è piuttosto imbarazzante. Ancor più imbarazzante è la conferma da parte del sindaco di Cormano del fatto che il sindaco di Paderno Dugnano Marco Alparone sembra non potersi muovere come magari desidera, probabilmente a causa di una sorta di sudditanza nei confronti di Provincia e Regione.

Peggio ancora quando il sindaco di Cormano, dopo aver lamentato la mancata risposta ai suoi numerosi tentativi di contatto, si dice comunque intenzionato a fornire il suo appoggio incondizionato ad Alparone nel momento in cui dichiari apertamente di essere contro l’inceneritore.

Purtroppo altra conferma alle paure dei cittadini padernesi arriva dalle parole del sindaco di Cormano, quando afferma che Alparone ha dichiarato preoccupazione per le dimensioni di quello che si andrà a realizzare, ma non per quello che si andrà a realizzare.
Infine, la tendenza predominante delle intenzioni della giunta padernese nei confronti dell’Inceneritore che a questo punto si intuisce si ‘voglia proprio fare’, sembra essere condivisa anche dalla Lega Nord. Inoltre, molti ‘simpatizzanti’ dell’idea di un inceneritore in Via Beccaria si appoggiano alla convinzione che se Paderno Dugnano non approfitta di questa ghiotta occasione, altri comuni limitrofi sono pronti a ospitare l’inceneritore. In questo caso ce lo troveremmo vicino con tutte le ovvie negative conseguenze senza poter usufruire dei vantaggi (???). Beh, dopo quanto affermato dal sindaco di Cormano davanti a tutta l’Italia e con prove video evidenti, imperiture e sempre recuperabili, mi sentirei con buona sicurezza di escludere categoricamente l’interesse di Cormano nel voler approfittare dell’occasione per ospitare l’ecomostro. Aspettiamo ora il consiglio di Bollate. A quel punto, la situazione dei pro e dei contro dovrebbe definirsi con precisione e l’ipotesi di trovarsi comunque l’iceneritore al confine potrebbe cadere definitivamente.

Insomma, un peccato vedere il sindaco di un comune vicino parlare chiaro, senza tentennamenti, senza ‘zone ‘d’ombra’ e senza ambiguità, alla luce del sole grazie a delle riprese video autorizzate, di un argomento di competenza del nostro comune e per il quale al momento, è stato combinato solamente l’ennesimo pasticcio. Sicuramente in fatto di comunicazione il nostro comune ha ancora parecchio da lavorare.

No Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.