Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano – Rho-Monza: La provincia fa orecchie da mercante

copia4-di-logo-ccirm-copia-150×150.jpg  Riceviamo da Ferruccio Porati, portavoce del Comitato Cittadini per l’Interramento della Rho Monza il seguente comunicato stampa che riassme il risultato dell’agognato incontro con  l’assessore provinciale ai Trasporti, G. De Nicola. Purtroppo l’esito dell’incontro non è stato quello che l’intera cittadinanza auspicava. Ma lasciamo alle parole di Ferruccio Porati i dettagli:
COMUNICATO STAMPA DEL 07 Ottobre 2009
ULISSE E’ GIA’ ARRIVATO E NON FARA’ PRIGIONIERI!
c.a.
redattori responsabili delle
testate locali rappresentative
Paderno D.no/Provincia
Il Comitato dei Cittadini per l’Interramento dellla Rho-Monza (CCIRM), in delegazione ed accompagnata dai cons. provinciali Ezio Casati e Massimo Gatti, ha avuto un lungo e franco incontro con l’assessore provinciale ai Trasporti, G. De Nicola.

I cittadini aspettavano lumi sulla questione dell’avvio dei lavori del tavolo tecnico per la questione dell’interramento, ma abbiamo dovuto registrare una netta presa di posizione della Provincia di Milano, che vuole portare avanti a tutti i costi la realizzazione di quest’opera nel senso delle linee di realizzo del progetto preliminare. Cioè, di interramento non se ne parla. La questione ruoterebbe sempre intorno ai costi ed al budget disponibile.
Questo ci fa sempre più convinti della necessità di rivedere tecnicamente ad un tavolo questi aspetti realizzativi. Il non aver fatto i lavori del tavolo tecnico quando si era nei tempi e nella condizione per farlo rischia di avere un peso determinante sul proseguimento dell’iter del progetto. I timori dei cittadini sul tanto tempo trascorso invano sembrano,
implicitamente, confermati anche dall’assesssore provinciale, anche a detta del quale il tempo è trascorso (e trascorre) velocemente. Allora i timori espressi nelle immagini simboliche della “tela di Penelope” erano puro realismo e senso del pratico e non una preoccupazione eccessiva ed evanescente.
Davanti all’assessore provinciale, i cittadini hanno ribadito che essi vogliono il tavolo tecnico per cambiare il progetto e che ci batteremo solo per l’interramento. Non ci bastano le migliori “mitigazioni” che si possono tirar fuori sul progetto preliminare, noi non vogliamo il progetto Serravalle, noi vogliamo solo l’interramento.

Non possiamo accettare un ambiente di serie B, quartieri cittadini ridotti ad appendici di uno snodo autostradale ciclopico, una vita d’inferno ed una morte certa prima del tempo, senza alcuna considerazione per noi e per il futuro dei nostri figli!
E’ arrivato il momento di mobilitarsi: tutta la città unita e tutti i partiti politici devono fare un unico fronte comune, perché non c’è destra e non c’è sinistra, non c’è rosso e non c’è nero. E’ ora di mettere da parte qualsiasi campanilismo e rendersi conto che qualcuno ha decretato che ciascuno di noi vale meno di altri. In questo momento è tornato Ulisse ed ha
già iniziato a tirarci addosso le frecce.

Non c’è più tempo da perdere, altrimenti si concretizzeranno le parole di quel funzionario che ci fece intendere della necessità del “sacrificio di pochi, per bene di molti”. Questa cosa lede la nostra libertà e la nostra dignità di esseri umani e, spero che saranno tutti d’accordo, se mi devo immolare per qualcuno o qualcosa, lo voglio decidere io, non chi pretende di costruirmi un’autostrada in casa.

Ing. Ferruccio Porati,
portavoce del CCIRM – COMITATO CITTADINI PER L’INTERRAMENTO DELLA RHO MONZA.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *