Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano: quando l’uomo riesce a fare più danni di una tromba d’aria

caduta_alberi.jpg E’ indubbio che il temporale che l’altra notte si è abbattuto su Paderno Dugnano e dintorni si è fatto particolarmente sentire. Tutto sommato il conteggio dei danni effettuato la mattina successiva ha ridimensionato notevolmente la portata del fenomeno metereologico. A ben vedere infatti il temporale precedente verificatosi un paio di settimane prima, era riuscito a causare danni ben più gravi grazie ai fulmini che si sono abbattuti sul comune e che hanno messo fuori uso numerosi apparecchi elettronici per parecchi giorni. Tutto bene quindi? No altrimenti non vi sarebbe nulla da scrivere. Il fatto è che questa volta i danni maggiori sono stati causati da interventi umani. Lungo la via Alessandrina infatti (si sempre lei) nel tratto che della rotonda di Via Sormani conduce a Cinisello Balsamo,  da alcuni giorni è stato avviato un cantiere che sta effettuando lavori che interessano il marciapiedi nel tratto compreso tra la rotonda ad oltre l’antenna per i cellulari. I lavori di scavo devono aver seriamente compromesso la stabilità del terreno intorno agli alberi che si intervallano lungo il marciapiedi in questione, il quale non è stato in grado di reggere alle img00098.jpgsollecitazioni del forte vento che ha accompagnato il temporale. Transitando per il tratto interessato questa mattina era infatti possibile contare almeno cinque tra gli alberi più alti abbattuti e riversi nel campo retrostante. Transitando verso sera img00102.jpgla situazione era ancora la stessa. Speriamo che restando esposte fino a lunedì, giorno in cui presumibilmente riprenderanno i lavori del cantiere, le radici degli alberi in questione non subiscano danni (o non li abbiano già subiti). Comunque sia queste piante che negli ultimi anni img00099.jpghanno vissuto eventi meteorologici peggiori alla fine si sono dovute arrendere alla superficialità umana. Probabilmente sarebbe bastato puntellarle temporaneamente con dei sostegni, fino alla chiusura dei lavori. Quello di cui sono fermamente convinto è che se nello scalzarsi delle zolle fossero stati tranciati i cavi che img00100.jpgalimentano l’antenna dei cellulari, qualcuno sarebbe prontamente intervenuto prima di lunedì. Le piante possono aspettare, gli interessi economici no. A proposito di interessi economici: se le piante danneggiate dovessero morire è previsto che img00103.jpgqualcuno le rimborsi?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.