Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano e Rho-Monza: E’ il tempo delle decisioni importanti

nubi.jpg Pochi ma decisivi gli eventi che questa settimana hanno interessato la vicenda della Rho-Monza. Lunedì 5 infatti il sindaco Alparone non ha potuto presiedere all’elezione dei vertici del consiglio del quartiere di Calderara in quanto impegnato in un incontro in Provincia sul tema Rho-Monza.

Martedì 6 il Comitato dei Cittadini per l’Interramento della Rho-Monza (CCIRM), in delegazione ed accompagnato dai consiglieri provinciali Ezio Casati e Massimo Gatti, ha invece avuto un lungo e franco incontro con l’assessore provinciale ai Trasporti, De Nicola.

Purtroppo l’incontro ha dato concretezza al timore più volte espresso dai cittadini e dal Comitato e cioè, che la Provincia con la scusa dei tempi stringenti, dei vincoli economici e (anche se non espresso chiaramente) con l’approssimarsi di Expo 2015 decidesse di procedere ‘ad oltranza’, tenendo valido il contestato progetto preliminare e ignorando quanto finora ottenuto dai comitati, dalle associazioni e dai cittadini.

Di fatto, con le affermazioni di Martedì, la Provincia ha compiuto un balzo indietro di almeno 9 mesi, tornando alla posizione con la quale si era presentata all’incontro pubblico durante il quale si era illustrato e contestato il progetto preliminare del potenziamento previsto per la Rho-Monza.

Sicuramente, l’incontro di Lunedì tra il sindaco di Paderno e Provincia, proprio il giorno prima del ricevimento di Comitato e Associazioni,  risulta quanto meno di sospetta puntualità, quasi a voler anticipare ad Alparone quale sarebbe stata la comunicazione ufficiale consegnata ai rappresentanti cittadini.

Si suppone quindi che il primo cittadino di Paderno sappia ora di non poter contare sulla disponibilità della Provincia per realizzare quanto da sempre richiesto dai propri concittadini.

A questo punto si suppone anche che, coerentemente con quanto dichiarato durante l’ultimo consiglio comunale, renda partecipi i cittadini dei dettagli relativi al suo incontro con la Provincia e delle conseguenti azioni che intenderà intraprendere alla luce delle ultime novità. Insomma, ora il sindaco Alparone dovrà per forza scegliere se schierarsi con i suoi concittadini o con il partito di appartenenza.

Anche il comitato dei cittadini deve prendere atto che si è praticamente tornati al punto di partenza. Al momento l’unica differenza è che all’epoca era riuscito ad ottenere l’alleanza della maggioranza comunale per convincere la Provincia a scendere a più miti consigli.

In queste condizioni è quanto mai calzante l’analogia utilizzata dal portavoce del comitato cittadino Ferruccio Porati, che ha paragonato l’alterno procedere della vicenda Rho-Monza alla leggenda della Tela di Penelope.

Purtroppo dissento sul resto dell’analogia dove ai cittadini padernesi è stato attribuito il ruolo dei Proci. Dissento perchè i Proci erano ospiti sgraditi in casa altrui, dove pensavano di fare ciò che preferivano. Questo ruolo meglio si addice alla Provincia e a Serravalle, che si arrogano il diritto di entrare in casa altrui a fare i propri comodi. Sta quindi ai cittadini tutti, alle associazioni e ai comitati fargli intendere a suon di strali che la via del dialogo e della cooperazione è l’unica perseguibile.

A questo punto quindi, così come il sindaco, anche i cittadini padernesi dovranno fare scelte importanti e valutare se alzare il livello della protesta.

No Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.