Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Paderno Dugnano e la Rho-Monza: tabulo interruptus

CCIRM (Comitato Cittadini per l’Interramento della Rho-Monza) e Circolo Grugnotorto di Legambiente tengono alta l’attenzione sul problema Rho-Monza e cercano di forzare la situazione di stallo che si è venuta a creare subito dopo le elezioni amministrative e l’insediamento della nuova giunta.
La serie di incontri per le elezioni dei Consigli di Quartiere hanno costituito l’occasione ideale per riportare l’attenzione della popolazione sul tema.
Scrive infatti Ferruccio Porati, portavoce del Comitato dei Cittadini per ‘Interramento:

“Si è svolto ieri sera nella sala del “Falcone e Borsellino” l’insediamento del nuovo Consiglio di Quartiere di Paderno. La neo presidente sig.ra Laura Colpani ha mostrato sintonia con il grande problema cittadinio della Rho-Monza. A nome del CCIRM ho ribadito che noi ci siamo e continueremo ad esserci affinchè ogni cittadino venga rispettato e non subisca questo progetto viabilistico. Lo spazio dato anche agli interventi dei cittadini presenti ha confermato che la preoccupazione è grande nelle persone, che richiedono, giustamente, “di poter vivere con le finestre aperte”, in un ambiente consono per gli esseri umani. A tutte queste persone dobbiamo dare una risposta coerente.”

Il prossimo consiglio comunale è programmato per il prossimo martedì 29 settembre e rappresenterà un’ottima occasione per riprendere il discorso. Il CCIRM attende quindi con interesse di conoscere la composizione dei temi in discussione.

Anche il Circolo Grugnotorto, come fatto pochi giorni fa dal CCIRM, ha recentemente emesso un comunicato ufficiale (di seguito):

l_logocirc.jpg       INTERRAMENTO DELLA RHO-MONZA

non c’è più tempo da perdere!!

Dopo 4 (quattro) mesi dalla sua istituzione non si è dato avvio al Tavolo Tecnico che ha come compito quello di rivedere il progetto preliminare e operare per l’interramento della tratta padernese della Rho-Monza.

Il circolo di Legambiente di Paderno Dugnano  si rivolge ai cittadini suonando il campanello d’allarme! Il non avvio dei lavori del “tavolo tecnico”  è un segnale molto preoccupante.

 Le risposte ricevute sino ad ora sono state insoddisfacenti: il Sindaco ha sollevato problemi di legittimità delle rappresentanza di Associazioni e Comitato e l’Amm. Provinciale ha evidenziato problemi procedurali. Se l’obiettivo degli amministratori degli Enti Locali è lasciar “trascorrere il tempo” per attenuare o, addirittura, sopire l’attenzione dell’opinione pubblica sul problema relativo all’interramento del tratto padernese della Rho-Monza,

 NOI NON CI STIAMO!!

 Mentre il tempo trascorre, l’iter del progetto originale prosegue. Così si va esaurendo lo spazio per apportare le modifiche migliorative. Conseguenza di ciò potrebbe essere la realizzazione in “fretta e furia” (l’Expo 2015 è dietro l’angolo) del progetto preliminare, quindi senza interramento e con  il rischio che non vengano realizzate le opere di mitigazione e compensazione ambientale, fondamentali per un’opera dall’impatto devastante per il nostro territorio.

 Legambiente aveva chiesto con forza alle precedenti Amministrazioni Comunali e Provinciali la modifica del progetto, sostenendo la necessità dell’interramento. Con forza lo chiede alle attuali Amministrazioni!

 LA SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO E DELLA SALUTE DEI CITTADINI NON AMMETTONO TENTENNAMENTI!!

 Ad oggi l’Amm. Comunale non ha dato seguito agli impegni presi e votati all’unanimità dal Consiglio Comunale prima dell’estate.
Legambiente chiede che amministratori e politici assumano posizioni chiare, che le sostengano con forza e che si avvii subito il tavolo tecnico.

 Paderno Dugnano 21 settembre 2009

 

Nel frattempo resta comunque evidente la confusione che si è generata con il cambio di referenti sia al comune di Paderno Dugnano sia in Provincia e con la mancata esecuzione degli ultimi atti, necessari a formalizzare la nascita del tavolo tecnico previsto dal Protocollo d’Intesa (qui).
Volendo sdrammattizzare possiamo dichiarare che al momento ci troviamo di fronte a un ‘Tabulo Interruptus‘.  La precedente giunta di Paderno Dugnano risulta infatti al momento attuale l’unico dei  protagonisti, tra quelli  che hanno dato vita al Protocollo d’Intesa, ad avere adempiuto a tutti gli atti necessari a formalizzare la nascita del famoso tavolo tecnico.

Provincia di Milano e Serravalle si sono invece fermati alla ratifica del Protocollo d’Intesa, valida in base al principio che pur se lo schema allegato alla delibera non è stato “materialmente sottoscritto” le delibere restano valide, quindi anche l’allegato (Protocollo d’Intesa) in quanto formalizza la volontà dei soggetti partecipanti. Semplifichiamo il concetto con un esempio concreto: quando si stipula una convenzione (per edificare/pianificare) essa è valida dalla sottoscrizione dal notaio in poi in quanto in quella sede diventa “contratto”, ma il procedimento amministrativo (con le delibere e gli atti) è cmq. esecutiva (es. classico delle convenzioni per la pianificazione urbanistica particolareggiata).

Nonostante quindi la ratifica congiunta del Protocollo d’Intesa, tutto si è congelato in quanto mancano i tecnici identificati da Provincia e Società Milano Serravalle. A differenza quindi di quanto ipotizzato nel precedente post (qui), il tavolo tecnico non essendo mai stato costituito e inaugurato non dovrebbe ancora essere soggetto ai termini di scadenza dei 90 giorni indicati nel Protocollo d’Intesa.

Senza tergiversare basterebbe quindi un semplice atto di buona volontà non tanto da parte del comune di Paderno Dugnano, quanto piuttosto da  Provincia e Società Milano Serravalle che identificando i propri referenti tecnici potrebbero dare vita al Tavolo Tecnico.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.