Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Ofelee fa el to’ mestee

Ofelee, a Milano, è il pasticciere e mestee vuol dire mestiere. Pasticciere fa il tuo mestiere, sarebbe dunque la traduzione letterale di questo detto, che nel linguaggio popolare è tuttavia usato quando si vuole invitare una persona a desistere da compiti che non gli spettano o ai quali non è preparato. È il richiamo bonario a fare le cose che si sanno fare, a non improvvisare, a non mettersi in cattedra quando si dovrebbe stare sul banco.

Ieri sera il vice sindaco Bogani ha illustrato nella riunione di Quatiere Paderno le ultime novità promosse a Roma dal suo partito, rappresentato dall’On. Rondini, ieri sera presente in sala, per portare avanti l’azione parlamentare.

A margine il vicesindaco si è soffermato sulla planimetria dell’ipotesi progettuale, così come ne è uscita dalle ultime vicende legate agli incontri con Serravalle.

Sarebbe stato opportuno avere a fianco almeno uno dei tecnici estensori per fornire tutte le spiegazioni di dettaglio che la complessità del caso necessita. Altrimenti, come sembra avvenuto, si rischia di generare incertezze ed incomprensioni.

Avvertita questa necessità, i rappresentanti dei Comitati hanno quindi suggerito di organizzare una possibilità di verifica e confronto con i cittadini interessati e i progetti sostenuti da Comuni e Comitati, alla presenza dei tecnici estensori, per presentare direttamente le mappe e rispondere alle domande.

Seppur organizzato con tutte le buone intenzioni, sembra infatti che l’incontro di ieri sera, abbia alimentato viscerali contestazioni soprattutto per quanto riguarda la zona UNES, i cui abitanti meriterebbero la spiegazione da parte dei tecnici coinvolti, di ogni singolo dettaglio.

Se non si arriva preparati tecnicamente è ovvio che la discussione deragli in ipotesi e illazioni che possono non trovare riscontro nella realtà dei fatti, dando la possibilità a chi, non possedendo a sua volta le necessarie basi tecniche, sta da tempo alimentando sterili polemiche sulla vicenda.

Purtroppo questa fase del progetto e del lavoro dei Comitati è a un punto critico e solo la conoscenza da parte di tutti di ogni singolo dettaglio può ancora consentire all’intera città di portare a casa il risultato. Allo stesso modo, semplici incomprensioni degli stessi dettagli o estemporanee interpretazioni non suffragate dal riscontro tecnico, possono generare confusione e false convinzioni.

Ecco perchè, i Comitati che fin dal primo momento hanno improntato qualsiasi azione alla trasparenza e alla massima diffusione della comunicazione, suggeriscono la necessità di condividere con chiarezza e precisione ogni singolo dettaglio tra i cittadini interessati e i tecnici qualificati.

Certo che poi, a margine, il ragionamento ricade nuovamente sul perchè l’Amministrazione Comunale, pur disponendo di abbondanti ed efficaci strumenti di comunicazione, sembri sempre restia a utilizzarli per scopi superiori. Personalmente nel mio piccolo ritengo che un argomento come la Rho-Monza avrebbe dovuto trovare spazio in una sezione fissa del sito web comunale dove chiunque avrebbe potuto trovare dettagli dei progetti, proposte dei Comuni e situazione aggiornata delle iniziative e dello stato delle cose.

Come al solito invece a rendere disponibile quanto appena elencato sono stati ancora una volta i cittadini e in particolare il Comitato. Chi abbia quindi ancora qualche dubbio, in attesa di un possibile incontro chiarificatore, può farsi un giro sul sito dei Comitati all’indirizzo interramento.padernesi.com.

3 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.