Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Nasce su facebook il gruppo per salvare la Madonna del Pilastrello

La chiesetta dedicata alla Madonna del Pilastrello a Paderno Dugnano

A seguito della segnalazione da parte di un cittadino di Paderno che ha notato le pessime condizioni in cui versa la Chiesetta del Pilastrello, uno dei monumenti storici più antichi e significativi della nostra città, abbiamo deciso di promuovere e sostenere il tentativo di salvare questo prezioso manufatto.
La prima delle azioni avviate è stata quella di costituire un apposito gruppo su facebook (qui – Votiamo la Chiesetta del Pilastrello come luogo del cuore FAI) grazie al quale coordinare le attività e tenere aggiornati quanti ci vogliono affiancare nel tentativo di recupero e valorizzazione della Chiesetta del Pilastrello.
Per meglio comprendere il valore e il significato della piccola cappella, ripercorriamone velocemente la storia.

CONTINUA DOPO IL SALTO —>>>
Lungo le vie consolari, i Romani usavano collocare delle piccole colonne di pietra, alla distanza di un miglio le une dalle altre, denominate “miliari”, sulle quali venivano incise iscrizioni in onore delle autorità che avevano fatto costruire la strada. Una fortunata scoperta archeologica fu quella che portò a stabilire che il termine “pilastrello” era quasi sempre sinonimo di “miliare” e che i pilastrelli vennero in seguito utilizzati per levare edicole alla Vergine Maria, probabilmente come simbolo di protezione per i viandanti. La chiesetta dedicata alla Beata Vergine del Pilastrello di Paderno Dugnano si trova lungo la Statale dei Giovi, a sud della cascina Battiloca. All’origine doveva avere pianta rettangolare, fatta ampliare nel 1900 da Alberto De Capitani D’Arzago e dotata di una piccola abside.

All’epoca era internamente arricchita di due pregevoli affreschi: un quattrocentesco dipinto sul pilastro all’ingresso e una Madonna con bambino e santi, cinquecentesco, sopra l’altare.
Era meta di una processione annuale propiziatrice dei raccolti agricoli, molto sentita dalla popolazione. Ha un grande crocefisso in legno molto venerato. Negli anni Settanta ha, purtroppo, subito un irreparabile danno essendo stata accorciata per motivi di viabilità. Negli anni recenti è stata acquisita dall’Amministrazione Comunale.

Purtroppo ora è nelle condizioni che potete vedere nella foto e una volta in più, se mai ve ne fosse bisogno, viene ribadita l’idiozia che sembra affliggere alcuni dei writer nostrani. Vorrei conoscere chi ha ancora il coraggio di dichiarare forme d’arte gli sgorbi che ad esempio in questo caso imbrattano la Chiesetta in questione, lei si veramente opera artistica.

Una delle prime iniziative dal neo gruppo è quella di promuovere la votazione della Chiesetta come ‘luogo del cuore’ sul sito della FAI. Un’altra iniziativa è quella promossa dal gruppo “Quelli che sono lenti (anche;-) in bici” (sempre presenti su facebook http://www.facebook.com/event.php?eid=108784189171946&index=1) che per questa Domenica hanno in programma una biciclettata a partire dalla Stazione di Paderno e passando in zona chiesetta, se il numero di partecipanti è significativo, penserebbero di fare una foto insieme con lei sullo sfondo come ideale abbraccio a questo tanto bistrattato monumento.
Nel frattempo estendo l’invito agli altri blog e ad eventuali organi di stampa che volessero sostenerci nell’iniziativa a segnalare l’esistenza del gruppo su Facebook, le iniziative in corso e la situazione del monumento.
 
Vi ricordo che per votare come luogo del cuore la Chiesetta del Pilastrello non basta iscriversi al gruppo facebook (Votiamo la Chiesetta del Pilastrello come luogo del cuore FAI) ma bisogna anche (e soprattutto) andare al sito

http://www.iluoghidelcuore.it/la_chiesetta_del_pilastrello

e cliccare sul tasto arancione sulla destra “Segnala questo luogo”: potete anche lasciare un commento e caricare delle vostre foto relative alla Chiesetta. Al termine dovrete cliccare completa la segnalazione e registrarvi gratuitamente al sito FAI.

5 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.