Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

L’Amministrazione Comunale (&C) incontra la Chiesetta del Pilastrello

Questa settimana doppia apertura straordinaria della Chiesetta per consentire alle istituzioni di verificarne direttamente lo  stato generale.

Il primo appuntamento è per giovedì, quando il vicesindaco Gianluca Bogani e l’Assessore  alla cultura Tagliabue, insieme a Luciano Bissoli, effettueranno un sopralluogo per verificare i punti dei due rapporti stilati da quest’ultimo in occasione delle precedenti aperture. I punti d’intervento individuati sono numerosi e in ordine d’importanza è già stato convenuto di dare priorità agli interventi che possono mettere in sicurezza il monumento e il suo contenuto. I due precedenti incontri hanno visto la presenza del solo assessore Tagliabue in quanto, per sopraggiunti impegni il vicesindaco non ha potuto presenziare. Speriamo quindi che giovedì sia la volta buona e soprattutto, che il sopralluogo sia la premessa all’avvio di azioni concrete.

Sabato 29 gennaio invece è stata ufficialmente invitata a visitare il monumento la presidente del Consiglio di quartiere di Paderno Laura Colpani e il Consiglio di Quartiere tutto. Ovviamente l’invito è esteso a chiunque voglia essere presente. L’appuntamento è quindi per il prossimo Sabato 29 gennaio tra le 10.30 e 12.00. Nell’occasione Luciano Bissoli presenterà il profilo storico artistico del monumento.

Di seguito, riportiamo il rapporto integrativo redatto da Luciano Bissoli in occasione dell’ultima apertura per la pulizia e la manutenzione del monumento.

Da evidenziare il secondo punto del documento, dove si conferma il raggiunto accordo con l’Azienda Leonardo Solutions di Legnano per eseguire (in primavera e in data da fissare) a titolo gratuito, un’analisi termografica (il cui costo si aggirerebbe normalmente sui 700/800 €) delle pareti al fine di valutare l’estensione e localizzazione dell’umidità di risalita capillare.

Anche il punto tre è molto importante e conferma la decisione della cooperativa Emmaus del Villaggio Ambrosiano di donare alla chiesetta un’icona per valorizzare l’interno del monumento.

Insomma, fino ad ora di atti concreti e a costo zero la ‘Compagnia del Pilastrello’ è riuscita a portarne a casa parecchi, a dimostrazione che con convinzione e impegno le soluzioni si possono trovare. Servirebbe ora altrettanta concretezza da parte dell’Amministrazione Comunale per ottenere che questo importante monumento ricominci a vivere come un tempo nel cuore dei padernesi.

 Dopo il salto il rapporto integrativo presentato all’Amministrazione Comunale:

Seconda relazione stato della chiesetta del Pilastrello

Facendo seguito alla relazione dello scorso novembre, dopo le due successive aperture per pulizia e areazione dell’ambiente effettuate in dicembre e domenica scorsa 16 gennaio, è necessario prendere nota di quanto segue: 

  • è stata notata nuova formazione di efflorescenze saline e polverizzazione degli intonaci in particolare sulla parete alla destra dell’affresco e della parete a nord (destra);
  • è stato concordata, a tale proposito, con l’Azienda Leonardo Solutions di Legnano l’esecuzione (in primavera e in data da fissare) a titolo gratuito, di un’analisi termografica (il cui costo si aggirerebbe sui 700/800 €) delle pareti al fine di valutare l’estensione e localizzazione dell’umidità di risalita capillare che sta danneggiando sempre più l’edificio; di tale importante supporto è già stato informato l’Assessore alla Cultura Dr. Tagliabue; sarà preparata opportuna relazione con diagrammi e fotografie; l’Azienda in questione, è già nota a Funzionari del Comune del settore manutenzione in quanto ha risanato in anni recenti la Scuola elementare di Palazzolo e la Casa di accoglienza di Incirano in Via S. Michele del Carso;
  • la Coop. Emmaus del Villaggio ha deciso di donare un’icona che sarà inserita nella nicchia dell’edicola posta sulla parete di destra in sostituzione della malconcia statua in gesso dell’Immacolata che sarà resa alla Parrocchia di Paderno cui credo appartenga; il soggetto dell’icona (con immagine a stampa) è la Sacra Famiglia visto che la Parrocchia del Villaggio in cui opera la Coop. ha tale titolo; è un gesto che concretizza il desiderio a che il Pilastrello non sia mummificato, ma riprenda a vivere, a respirare;
  • Esponenti locali di Lega Ambiente, con l’aiuto del gruppo “La Compagnia del Pilastrello”, hanno provveduto (il 16/1) a pulire i condotti per l’eliminazione dell’acqua piovana e l’area esterna, ma qualche giorno dopo si sono ritrovati preservativi, cartoni e latte (fatto già segnalato agli Assessori Tagliabue e Bogani per e-mail);
  • ciò rende ancor più urgente un intervento del Comune affinché provveda a illuminare l’area e la chiesa (davanti e dietro) a fine di scoraggiare la prostituzione attuata nella zona;
  • si vorrebbe inoltre illuminare l’affresco e l’interno con luci programmate per la sera/notte con posizionamento di un punto luce; per tale iniziativa si chiede l’autorizzazione dell’Amministrazione comunale affinché copra la relativa spesa (di cui possiamo indicare i costi al più presto) e effettui o faccia eseguire l’installazione al più presto;
  • è intenzione del Gruppo di prendere contatti con insegnanti di restauro dell’Accademia di Brera per verificare la possibilità di completare il restauro dell’affresco (intervento comunque da effettuare solo dopo il risanamento dall’umidità capillare e il ripristino degli intonaci e in accordo con la Soprintendenza) da affidare agli allievi dell’Accademia;
  • sarebbe opportuno muovere i primi passi per mettere a punto un progetto di restauro dell’edificio; si potrebbe cominciare a chiedere un preventivo ad esempio all’impresa Marcato che a Dugnano ha recentemente eseguito un restauro ben fatto nella parrocchiale dei SS. Nazaro e Celso; sono comunque tante le imprese specializzate nel settore che si possono sentire;
  • sulla base di quanto abbiamo rilevato la polvere, di colore quasi nero, che si è come “incollata” sul pavimento, è causata dal traffico stradale e dal passaggio del tram. Per poterla togliere occorrerà una pulizia assai profonda; al fine di limitare tale fatto occorrerà “tappare” gli spazi esistenti nella porta di ingresso e lasciare solo passaggio d’aria nella parte superiore fissa (da proteggere all’esterno con una scossalina in rame per limitare eventuali infiltrazioni in caso di pioggia battente sulla parete) e dotare una delle due finestre di una presa d’aria che crei riscontro, riduca l’umidità scaricata nell’ambiente dalla risalita capillare e relativa formazione di condensa; tale polvere è anche depositata sulla parete dell’affresco, ne vela e danneggia i colori e limita la necessaria traspirabilità della parete con il rischio di favorire un’ulteriore caduta della pellicola pittorica già in precarie condizioni;
  • segnalo inoltre che ho provveduto, per ragioni di carattere storico (potrebbero scaturire idee e suggerimenti) ad informare l’Ufficio Beni culturali della nostra Diocesi dell’iniziativa partita dalla gente e delle idee che abbiamo proposto al Comune.

 

Luciano Bissoli

Paderno Dugnano, 20 gennaio 2011.

Copia per Assessore alla Cultura, Dr. Tagliabue

Copia al Vice-sindaco Sig. Bogani

Copia al Sig. Sindaco Dr. Alparone

Copia al Parroco don Gabriele Sala

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.