Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

La Riqualificaficazione della tranvia Milano-Limbiate preoccupa la Compagnia del Pilastrello

La riqualificazione della Metrotranvia Milano Limbate che lambisce la storica chiesetta del Pilastrello a Paderno Dugnano, preoccupa la neonata associazione della Compagnia del Pilastrello, tra i cui obiettivi primari è appunto compreso il recupero e la rivalorizzazione del più antico monumento religioso della nostra città. E’ infatti da ricordare che in passato, per ben due volte, la Chiesetta del Pilastrello per esigenze viabilistiche, è stata materialmente ‘affettata’ con arretramento della facciata principale. Attualmente il costante passaggio delle vetture della metrotranvia è già fonte significativa di inquinamento legato alle polveri di ferro che si insinuano nella chiesetta e che imporrebbero il ricorso a una porta di ingresso in grado di abbatterle significativamente, senza contare le vibrazioni causate dal costante passaggio di autoveicoli e tram.

Quello che preoccupa è comunque legato al fatto che le opere di riqualificazione della metrotranvia mirano a consentire di superare il limite di velocità delle vetture, attualmente fissato a 40 Km/h a causa delle pessime condizioni delle rotaie. Con vetture più veloci che transiteranno davanti alla chiesetta le sole vibrazioni causerebbero distacchi di intonaci, affreschi o veri e propri crolli ed un sostanziale peggioramento delle condizioni del monumento.

Lasciamo perdere poi il possibile prolungamento della Metropolitana di Affori e il fiorire di cantieri legati sia alla riqualificazione della metrotranvia sia all’arrivo della MM milanese. Insomma, tanto per cambiare ancora una volta il futuro dell’antica chiesetta è minacciato e tutt’altro che roseo.

Per i motivi appena elencati quindi la Compagnia del Pilastrello, auspica vengano contemplate adeguate azioni per tutelare l’antico monumento, come per esempio la riduzione della velocità di transito delle vetture tranviarie in transito davanti alla chiesetta dopo la riqualificazione della tratta, il ricorso a opportuni ammortizzatori sui quali appoggiare i nuovi binari o perchè no, la realizzazione di un’apposita fermata in corrispondenza della cappella. Quest’ultima soluzione otterrebbe il duplice scopo di  ridurre la velocità di transito delle vetture e di riqualificare la presenza del monumento aumentando le possibilità di visitarlo. Le preoccupazioni appena esposte saranno riassunte in un apposito documento ufficiale che verrà consegnato e protocollato presso gli enti coinvolti.

La Compagnia del Pilastrello aderisce ufficialmente all’iniziativa del
Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio”

Nel frattempo, coerentemente con quanto nel proprio statuto, l’Associazione della Compagnia del Pilastrello ha deciso di aderire ufficialmente all’iniziativa del Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori”, un aggregato di associazioni e cittadini di tutta Italia (sul modello del Forum per l’acqua pubblica), che, mantenendo le peculiarità di ciascun soggetto, intende perseguire un unico obiettivo: salvare il paesaggio e il territorio italiano dalla deregulation e dal cemento selvaggio.

Infine, come abbondantemente anticipato in numerosi altri post dedicati all’argomento, la Compagnia del Pilastrello parteciperà alla prossima edizione della Fiera di Primavera allestendo dal 17 Marzo al 1° Aprile nella Cripta Parrocchiale di S.Maria Nascente di Paderno una completa e dettagliata mostra dedicata alla chiesetta. Durante i weekend dello stesso periodo sarà inoltre possibile visitare il monumento. Le novità sarebbero ancora tante ma per non confondere rimando ad altri successivi post.

Come al solito, se siete interessati all’argomento restate sintonizzati.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.