Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

La Paderno Dugnano che va a tocchi

Paderno Dugnano … sempre peggio

In sequenza: Prime 3 foto – GIARDINETTI DI V.MARZABOTTO/CESARE BATTISTI

battisti.jpggiardini.jpggiardini1.jpg

Foto da 4 a 6 – PIAZZALE FNM VIA ARBORINA 

fnm1.jpgfnm2.jpgfnm3.jpg

Foto 7 – TOMBINO V.BATTISTI 6

tombino-via-battisti-6.jpg

Foto 8 e 9 -PIAZZA DELLA MERIDIANA FONTANA E LAGUNA

fontana.jpgVista notturna della suggestiva laguna di piazza della Meridiana

Quest’oggi non ho potuto aggiornare tempestivamente la situazione degli acciacchi presenti nella nostra città in quanto la lista, grazie all’intervento dei cittadini è andata ad aumentare e si sono presentate alcune notizie piuttosto urgenti. Comunque, per quanto riguarda la situazione dei giardinetti tra Via Cesare Battisti e via Marzabotto siamo arrivati a 8 giorni di abbandono. I cocci del cestino verticale per la raccolta dell’immondizia, distrutto dall’azione vandalica dei soliti ignoranti si presentano ancora sparsi per i giardinetti. Stessa cosa per il sacco dell’immondizia posizionato sotto a uno dei cestini sospesi presenti nei giardini di cui oggi posso pubblicare la foto. Nell’insieme, complice l’inverno e l’aspetto spoglio dei giardinetti in questione, la situazione appare veramente desolante e comunica sempre più una sensazione di trascuratezza e abbandono.

Fortunatamente in questa stagione i giardinetti non sono frequentati dai bimbi che rischierebbero di ferirsi con i cocci di plastica del cestino, sporcarsi con le deiezioni canine o finire sul sacco dell’immondizia abbandonato. Nel frattempo sorvoliamo sulla fontana di piazza della meridiana, scheggiata dall’azione dei soliti imbecilli in attesa sempre del solito bimbo che correndo in zona come avviene durante la bella stagione, complice anche la presenza della gelateria, decida di ferirsi sui bordi taglienti. Non dimentichiamoci poi con l’approssimarsi delle prossime piogge primaverili il fenomeno dell’acqua alta nella stessa piazzetta, di cui avevamo già parlato (qui).

Niente di nuovo anche per quanto riguarda il tombino di Via Battisti n° 6 che resta sbriciolato e pericolante. Anche in questo caso si attende un passante volenteroso o un ciclista preciso che decida di dargli definitivamente il colpo di grazia procurandosi qualche danno e incentivando così l’intervento di bonifica. Oggi comunque, grazie alla disponibilità e alla buon volonta di altri cittadini che hanno denunciato la situazione, aggiungiamo all’elenco degli acciacchi urbani padernesi anche il piazzale di via Arborina limitrofo alle FNM.

Come evidente dalle foto e dalle parole del cittadino che ce le ha inviate, la situazione si riassume come segue:

La nostra stazione FNM risulta, in particolare se confrontata con l’altra stazione cittadina, cioè quella di palazzolo, una brutta copia di via Lopez a Quarto Oggiaro…Non parliamo della struttura della stazione propriamente detta, ma parliamo delle strutture al contorno.

1) non esiste un vero posteggio biciclette che tale possa dirsi (cioè chiuso in un recinto). Esistono solo rastrelliere sparse fra l’ingresso della stazione stessa, il monumento ai caduti, il ponte del Seveso, dove le bici spariscono a 5 a 5 ogni giorno…

2) Alcuni le incollano sulla staccionata di cemento all’interno dello spazio disco-orario, con il risultato che, quando le vanno a riprendere, le auto in sosta in tale spazio vengono regolarmente sfregiate dai pedali…(v. foto)

3) Il pavimento del posteggio auto è sconnesso, pieno di avvallamenti e buche, ed andrebbe totalmente rifatto, almeno per tirarlo liscio ed in piano.

4) Le strisce che delimitano i posti in zona disco orario (cioè dove ti multano) sono stretti – vedi foto – e bisogna posteggiare a cavallo di due posti consecutivi (cioè in multa!) anche se non sei un tamarro. Solo una sfilza di smart può posteggiare là ed uscire aprendo la portiera…

5) Nessuno multa gli imbecilli che regolarmente entrano contromano
(sebbene vi siano ben due cartelli di senso vietato ben visibili su via Roma). L’ingresso è da via Arborina, non da via Roma, somari! La cosa è pacchiana, specialmente nelle ore serali, a partire dalle 17 e fino alle 19 almeno. (v. foto)

6) Lo stesso dicasi per tutti coloro che si fermano ad attendere “la dolce metà” che arriva col treno od il figliol prodigo che torna dall’università, sostando in doppia fila dentro al posteggio, col risultato che chi arriva per riprendere la propria auto dallo spazio sosta, non può perché da un lato non c’è spazio per uscire, dall’altro non ti fanno uscire perché la doppia fila è continua. E guai a dire di spostarsi: e che vuoi?  Quando arriva la bella col treno, solo allora ci si muove

Questo è lo schifo – architettonico e umano – che si incontra nella centralissima stazione FNM di Paderno.
Qualche vigile a fare raccolta di soldi e punti patente con un’irruzione a sorpresa è una richiesta troppo onerosa?

In effetti, quanto denunciato dal cittadino e di evidenza quotidiana, soprattutto per quanto riguarda il piazzale dove anche solo a piedi si rischiano storte e cadute. Ovviamente in caso di pioggia o gelate le buche e le crepe si riempiono di ghiaccio rendendo l’attraversamento del piazzale una vera e propria avventura. Personalmente, avendo più volte denunciato la situazione che vivono giornalmente i genitori che portano i figli alla scuola De Marchi, che accumulando ritardo azzardano attraversamenti ferroviari al cardiopalma, ritengo che la situazione del piazzale rispecchi il senso di avventura e rischio che caratterizza l’intera zona. Con qualche altra aggiunta, invece del sottopasso, con tutte le attrazioni già descritte in zona passaggio a livello di via Roma,  si potrebbe costruire il primo  parco avventure del nostro comune.

In ogni caso, resta aperto l’invito ad altri cittadini che abitando in zone diverse dela nostra città vogliano evidenziare situazioni di rischio o degrado. Questo blog è a vostra disposizione. Personalmente resta l’impegno giornaliero ad aggiornarvi sull’evoluzione delle situazioni fin qui denunciate.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.