Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

La cura per la memoria corta dei Consigli di Quartiere? Registrarli!

Considerata la manifesta difficoltà di alcuni Consigli di Quartiere a compilare un verbale che almeno qualitativamente possa avvicinarsi a quello di una qualsiasi popolare riunione condominiale, l’Osservatorio sui Quartieri, in un recente comunicato ha lanciato la proposta di seguire in piccolo l’esempio dei Consigli Comunali, limitandosi almeno alla registrazione audio delle sedute.

Ne avevo parlato recentemente (qui), evidenziando come, in almeno due casi documentati, nel verbale della seduta ufficiale del Consiglio di alcuni quartieri padernesi ci si fosse dimenticati di inserire un importante argomento tra quelli discussi.

Per ovviare al problema, il promotore dell’Osservatorio sui Quartieri Gianni Rubagotti ha proposto di effettuare almeno la registrazione audio delle sedute ufficiali dei Consigli di Quartiere, le quali possono successivamente essere utilizzate almeno in due modi: renderle disponibili nell’area dedicata ai ‘parlamentini’ sul sito comunale oppure utilizzarle riservatamente solo per evitare spiacevoli ‘dimenticanze’ in fase di stesura dei verbali.

Personalmente, conoscendo la ritrosia dell’amministrazione ad affidarsi a registrazioni non ufficiali o di proprietà esclusiva, che possano scongiurare il terrore di eventuali manipolazioni o utilizzi propagandistici, oltre alla scarsa se non inesistente autonomia decisionale di cui godono i Consigli di Quartiere, vedo piuttosto difficile la realizzazione di quanto proposto da Gianni.

In alternativa, considerata anche la missione principale con la quale l’Osservatorio è nato ho suggerito a Gianni la soluzione di far partecipare ad alcune sedute dei Consigli di Quartiere qualche volontario dell’Osservatorio che successivamente, in base ai semplici appunti raccolti, si possa occupare della compilazione di un verbale ‘corretto’ da offrire come esempio. Per garantire il successo dell’operazione penso possano essere arruolati volontari a partire dai 10 anni di età 😀

In ogni caso lascio di seguito spazio a Gianni per i dettagli della proposta di registrazione (dopo il salto):

 Osservatorio sui Quartieri di Paderno Dugnano

Venerdì 7 gennaio 2011

Per evitare le “dimenticanze” nei verbali registriamo l’audio delle sedute dei quartieri

La recente segnalazione di Giovanni Giuranna (che ringraziamo ed è iscritto al nostro gruppo su facebook) che lamenta la sparizione nel verbale della serata del 22 novembre della parte della discussione sulla Rho Monza non è la prima dello scorso anno.

Sul dossier sul consiglio di Quartiere di Palazzolo visibile dal link sul nostro gruppo facebook …è riporata la lettera di protesta di Silvana Carcano del Movimento 5 Stelle che il 10 febbraio dello scorso anno contestava un verbale.

A quasi un anno da allora non ci è nota nessuna risposta ufficiale.

Come evitare che il problema si riproponga? L’ideale sarebbe videoregistrare le sedute ma l’assessore Ruzzon ha spiegato in una seduta al consiglio di Cassina Amata che questo è molto rischioso perché se venisse registrato un cittadino che non ha dato la liberatoria si rischia una denuncia legale.

Abbiamo chiesto a più persone che sono favorevoli alle riprese di darci documentazione giuridica che smentisse questa cosa ma anche se è vero che altrove le riprese sono permesse non abbiamo in mano niente che ci metta al sicuro di fronte a denunce di questo tipo.

La soluzione può essere un’altra: oggi con un semplice microfono USB collegato a un portatile si può registrare solo la voce del relatore in una seduta pubblica (potrebbe essere un assessore o un consigliere di quartiere) e mettere in rete a fine serata il risultato senza aspettare la stesura di un verbale.

In sostanza: se qualcuno vuole che la sua voce sia registrata se non è una autorità istituzionale firmi una liberatoria e parli al microfono, tutti gli altri verranno tutelati nella loro privacy perché rimarrà solo la risposta dell’assessore.

Avevamo già in programma un giro dei quartieri per parlare del dossier complessivo dell’Osservatorio sull’anno 2010: sarà un’occasione per sentire cosa ne pensano di questa proposta.

Gianni Rubagotti

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.