Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Inquietudini cittadine in vista delle elezioni

pensieroso.pngIl tempo stringe, le elezioni comunali si avvicinano, l’atmosfera si surriscalda così come gli animi delle diverse fazioni. Tra le novità (da circa cinque anni le suddette latitano dal nostro territorio) è l’appello di alcuni cittadini da anni impegnati attivamente sul territorio che invitano tutte le componenti  politiche e non, della società civile, ad unirsi per uscire definitivamente dall’impasse nella quale sembra essersi  impantanati.

Quasi cinque anni fa l’attuale giunta di destra vinse di misura le elezioni con lo slogan ‘voltiamo pagina’. Ok, la pagina è stata voltata ma dicendola alla Renzi (P.S: per il pirla di turno che volesse commentare NON sono un Renziano), proviamo tutti a chiudere gli occhi e a ricordare così ‘al volo’ qualcosa fatto dall’attuale amministrazione comunale che è rimasto impresso nella memoria.

Sarà un mio limite, avrò la memoria corta ma personalmente non mi viene in mente nulla, se non l’iniziale raccomandata che mi invitava a rimuovere il logo comunale dal Blog (il precedente sindaco si era semplicemente limitato ad evidenziarmi un’imprecisione nello stesso). Sforzandomi, se a questo associo il puntuale smantellamento di tutti gli storici luoghi di aggregazione, dei Consigli di Quartiere, le mancate risposte alle segnalazioni dei cittadini ecco, quello che mi resta impresso nella mente dell’attuale amministrazione è l’assoluta incapacità a comunicare è la tenace tendenza censoria. Non mi interessa se l’incapacità a comunicare è voluta o meno. A prescindere mi sembra un errore incredibile se non una fesseria assoluta.

Cioè, vediamo bene di intenderci, nemmeno opere che erano già pianificate e avviate, dopo ben cinque anni,  sono attualmente riuscite a vedere la luce. Un cantiere con il compito di riqualificare la sede Comunale (Corte Stiria) dopo cinque anni è ancora all’opera, neanche si stesse parlando del Duomo di Milano. Un semplice parcheggio, quello delle Tilane, ancora inspiegabilmente chiuso. Opere edilizie nelle scuole che è il caso di dirlo ‘fanno acqua’ da tutte le parti. Il territorio conquista di industrie inquinanti, riqualificazioni viarie e industrie sperimentali. Dal micro al macro, la situazione generale è quanto meno imbarazzante. Se all’improvviso nell’anno delle elezioni Comunali tutte le questioni in sospeso vedessero improvvisamente la conclusione mi sentirei addirittura preso per il culo (eh già l’ho detto, sto diventando volgare).

Recentemente quindi una buona parte della società civile di Paderno Dugnano sembra interessata al recente appello di ‘Unirsi per Cambiare’ mentre la maggioranza di destra, dando voce attraverso i commenti a un recente post di uno dei blog cittadini Paderno 7, si fa prendere dall’isterismo denunciando i Comitati cittadini di aver sempre complottato per opporsi all’attuale maggioranza o, di voler passare per nuovo quello che in realtà non è.

Ripeto, chiudete gli occhi e in prima battuta elencate quello di nuovo effettivamente apportato in cinque anni dall’attuale maggioranza. A chi accusa i Comitati di aver complottato avanzerei alcune semplici domande. Perché nascono i Comitati? Forse perché i cittadini non si sentono ascoltati/rappresentati? Perché i cittadini si incazzano? Forse perché non si sentono considerati/ascoltati? Finiamola di gridare al complotto e affrontiamo una salutare e sincera analisi di coscienza. Qualcuno ha commentato che il vecchio avanza? Peccato che la maggioranza delle attuali proposte alternative sia composta da forze e personalità giovani, nuove e che probabilmente, mai si sarebbero sognate di ‘scendere in campo’ se non spinte da una evidente e impellente necessita di cambiare veramente il corso degli eventi.

Agli aderenti all’appello ‘Unirsi per Cambiare’ è ora l’intera responsabilità di saper veramente CAMBIARE. Non solo cambiare pagina come cinque anni fa, azione che sembra ora alla portata di chiunque, ma di sapere anche riempire questa nuova pagina di contenuti significativi, di valore e veramente innovativi. Una volta tanto Paderno Dugnano ha veramente la possibilità di mostrare a tutti una lezione importante e portarsi in evidenza per qualcosa di veramente innovativo e rivoluzionario. Ci vuole coraggio, ma quale grande impresa non ne ha richiesto?

In caso contrario, una pagina bianca vale l’altra e se ne possono voltare a piacere.

P.S. da stasera ho cambiato il titolo al Blog con: PadernoInBlog una delle voci di Paderno Dugnano. Perché Paderno Dugnano ha tante voci e nessuno può arrogarsi il diritto di rappresentarle tutte.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.