Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Inizino le danze. Mi presento

foto tesseraInsieme x Cambiare

 

 

 

 

 

 
Con la definizione e l’ufficializzazione delle liste dei candidati per le diverse forze politiche e dei programmi, si è di fatto aperta la campagna elettorale cittadina che in poco meno di un mese dovrà convincere i cittadini padernesi a scegliere quali tra i candidati, ritengono più rappresentativi e affidabili.

Personalmente a 48 anni e dopo aver a lungo diffidato della politica (o casta che dir si voglia), ho deciso di pormi al servizio dei concittadini attraverso una lista che ho vissuto fin dall’inizio e che ho contribuito a far nascere e crescere.

Oltre nove anni fa cercando casa dopo otto anni di matrimonio e affitto a Cinisello Balsamo, sono approdato inconsciamente e casualmente nella città materna: Paderno Dugnano. Avevo solo vaghi ricordi giovanili di parenti e di un posto chiamato Paderno Dugnano che mi pareva una città lontana eppure, dopo aver preso residenza ho incominciato a ritrovare storie, parenti e radici.

Della bisnonna che adoravo e che ricordavo per la curiosa abitudine di ‘tirare tabacco’ con il naso, ho per esempio scoperto che l’abitazione era nella coorte di vicolo tramontana in una delle finestre rimaste originali dopo la ristrutturazione. Altri parenti e amici si sono rivelati strada facendo e mi hanno fatto sentire finalmente a casa. E’ vero, Paderno Dugnano conta ormai quasi 50.000 abitanti, sono tanti eppure, l’emozione di passeggiare durante il weekend andando ad acquistare il giornale o prendere il pane e incontrare quasi sicuramente un conoscente, un vicino, un amico con il quale scambiare quattro chiacchiere è sempre un’abitudine piacevole e sorprendente, soprattutto per qualcuno nato e cresciuto in uno dei numerosi mega condomini della vicina metropoli.

Dopo poco tempo che ero a Paderno Dugnano, per soddisfare il desiderio di mantenere vivo l’esercizio di scrivere, grazie al quale dopo la collaborazione pluriennale con le principali riviste del settore informatico, ero riuscito a conquistare l’iscrizione all’albo dei giornalisti come pubblicista, ho aderito al progetto della rete di blog Blogolandia che voleva riproporre ‘virtualmente’ attraverso lo strumento dei blog, la struttura di una giunta comunale. Ricordo ancora il primo post dedicato all’assurdo alternarsi di rotonde della via Alessandrina, immortalato con la telecamera del telefonino. In poco tempo ho fatto conoscenza con altri blogger locali che praticamente in contemporanea avevano attivato analoghi spazi comunicativi e, caso stranissimo almeno per il sottoscritto, con il primo cittadino di allora Gianfranco Massetti, che complimentandosi per l’impegno del blog mi segnalava un’inesattezza nel logo cittadino che avevo riportato nella testata.

Da quel momento il gusto di scrivere si è arricchito di nuovi significati e nonostante alcuni momenti di crisi, non ho più smesso. Ricordo con piacere l’incontro con Ferruccio Porati che casualmente, guardando insieme alcune foto delle sue vacanze greche, mi metteva al corrente dello scellerato progetto della riqualificazione della Rho-Monza.  Rimasi colpito dalla cosa e disponendo di un blog e delle conoscenze informatiche necessarie gli offrii l’appoggio del blog prima e della creazione del sito ufficiale del Comitato in seguito. Nacque così ufficialmente il Comitato per l’Interramento della Rho-Monza.

In maniera simile incontrai Gianni Rubagotti che scrivendo al blog mi mise a conoscenza dell’esistenza dell’antica Chiesetta del Pilastrello. Insieme a lui mi impegnai nell’iniziale raccolta di firme e nella costituzione di quella che in seguito è diventata la Compagnia del Pilastrello che ha adottato il più antico monumento religioso della nostra città portandola a conoscenza di numerosi e importanti personaggi nazionali. Indimenticabile e insostituibile il momento in cui siamo riusciti dopo quasi 60 anni a riproporre l’antica processione durante la quale ho avuto l’onore di portare insieme ad altri compagni l’originale crocefisso lungo l’antico percorso. Un’emozione intensa e un momento di storia per quella che da quel momento è tornata ufficialmente la mia città d’origine.

Senza accorgermene mi sono sempre più lasciato trascinare e coinvolgere dagli eventi impegnandomi in sempre più numerose attività, molte delle quali, grazie ai figli, legate al settore delle scuole e della didattica. Ricordo ancora la proposta degli orti didattici, realizzati grazie all’appoggio del Consiglio di Istituto del 1° circolo didattico di cui all’epoca era presidente Giovanni Giuranna, che mi ha visto in molte mattine, dopo aver affidato i bambini alla scuola dell’infanzia, asportare sassi e zappare zolle prima di recarmi al lavoro.

Insomma tanti flash e momenti importanti da ricordare ai quali mi sono dedicato con piacere e che rimarranno nella memoria. In contemporanea nei vari ambiti ho incontrato tanti amici e compagni di viaggio con i quali ho intrapreso un cammino dedicato alle tematiche ambientali , al territorio e al buon vivere. Temi che oltre ad essere fondamentali per Paderno Dugnano con la vicenda Rho-Monza, Inceneritore, e Leganti Naturali, mi erano congeniali, che ho condiviso con piacere e che alla fine sono sfociati nella rete Ecologisti e Civici. Mi sembra quindi un’evoluzione naturale che in questa occasione mantenga il mio impegno e convinzione nel sostegno di un progetto, un sogno che si è avviato quasi cinque anni fa.

Non ambisco a ‘cadreghini’, voglio solo essere certo che gli impegni nei confronti dei concittadini vengano mantenuti, voglio essere sicuro che la loro voce giunga nelle istituzioni. Per questo motivo, dopo un lungo percorso mi metto nuovamente a disposizione, il resto sarà storia, ma Paderno Dugnano è e resterà comunque la città nella quale mi riconosco e ci sarà occasione di discuterne in occasione di uno qualsiasi dei prossimi weekend, incontrandoci andando ad acquistare il pane, il giornale, offrendoci un caffè o aspettando al mattino che il passaggio a livello si alzi per portare a scuola i nostri figli. Nel frattempo, per chiunque voglia conoscermi meglio o porre domande relative al programma della lista civica Insieme per Cambiare può contattarmi al numero 3345877376. Per motivi di lavoro sarò maggiormente raggiungibile nei weekend o dopo le 18.30. In alternativa, per i più avvezzi allo strumento informatico sono raggiungibile su Facebook cercando l’account negrisoliperpaderno, su Twitter all’account @negrisoliperpaderno, attraverso la posta elettronica all’indirizzo negrisoliperpaderno@gmail.com e ovviamente, attraverso i commenti e i contatti di questo blog. A vostra disposizione, ora e sempre un cittadino tra i cittadini.

2 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.