Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Informazione?

Per la prima volta, a differenza di quanto invece avvenuto in altre occasioni, ho avuto serie difficoltà a ricostruire la situazione oggettiva di un evento locale al quale non mi è stato possibile partecipare. Sto parlando del mercato di “Calderara” per descrivere l’inaugurazione del quale, le diverse fonti locali hanno fornito notizie talmente discordanti da rendere veramente difficile capire per chi non c’è stato, come effettivamente si sia svolta l’iniziativa.
 
L’unico elemento certo sembra essere il ridotto numero di bancarelle presenti, poi ci si perde anche sull’interpretazione del motivo in quanto non si riesce a capire se l’esiguo numero di commercianti era legato al fatto che si trattava di una prima verifica o al fatto che pochi venditori hanno risposto all’invito.

Insomma, alla fine, per la prima volta ho dovuto verificare direttamente interpellando alcuni conoscenti della zona. In sintesi, dalla verifica condotta sembra che l’esperienza sia stata gradita; prodotti buoni a prezzi contenuti. Ovviamente, ciascuno avrebbe preferito una posizione differente, più vicino alla propria abitazione e, suggerimenti/richieste in tal senso sono state sottoposte al vicesindaco Bogani presente sul posto. Oggettivamente è piuttosto difficile che ognuno possa avere le bancarelle sotto casa e si è dovuta individuare una posizione di compromesso che tenesse conto anche delle future probabili cantierizzazioni previste in zona.

Anche per quanto riguarda il commercio locale, la zona in cui erano presenti le bancarelle non sembra essere particolarmente affollata di negozi, fatto salvo un salumiere/mini-minimarket. Insomma, alla fine parrebbe che il neonato mercato di Calderara, attualmente composto da poche bancarelle destinate a crescere di numero, sia stata una novità apprezzata dai residenti, anche se forse nel proseguo potrebbe essere trovata una collocazione migliore. Il commercio locale, almeno nella zona attualmente individuata è ridotto al minimo e non dovrebbe risentire eccessivamente della novità, anche perchè se per un qualsiasi mercato rionale che deve essere realizzato in città si dovesse individuare una zona non coperta dal commercio di vicinato, si dovrebbe quasi sempre andare a finire nelle zone industriali. I prodotti proposti sono stati apprezzati per la qualità e per i costi ridotti. Insomma, la bozza di un progetto che se condotto opportunamente potrebbe diventare grande e arricchire ulteriormente il nostro territorio.

Ovviamente se qualcuno presente all’evento vuole contribuire a completare con ulteriori dettagli la notizia riportata è il benvenuto e, questo spazio è a sua completa disposizione.

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *