Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Inceneritore: perchè Paderno Energia non demorde e la provincia tentenna?

Questa sera, è prevista la riunione del Coordinamento dei Comitati No Inceneritore di Paderno Dugnano, Cormano, Senago, Bollate, Novate Milanese. L’appuntamento è per le ore 21 a Cormano presso la sede del Comitato del Quartiere Fornasè – Aspea (via Leonardo da Vinci , 58 – piazza Aldo Moro). La riunione è aperta, quindi tutti i cittadini interessati alla vicenda possono partecipare.

Nel frattempo, quello che a detta di molti ‘ben informati’ era ormai una vicenda chiusa rischia di trasformarsi nell’ennesima beffa ai danni dei cittadini di Paderno Dugnano. Alla luce delle recenti novità, iniziano infatti ad essere un po’ troppe le zone d’ombra che lasciano intuire, come già avevo anticipato qui, che dietro al discorso inceneritore si stiano muovendo complessi giochi politici, sviluppando strategie di comodo e probabilmente … i soliti interessi.

Non si spiegherebbe infatti come mai la Paderno Energia Srl abbia visto accolta l’ulteriore proroga di 120 giorni per integrare la documentazione inizialmente presentata.
Non si spiegherebbe come mai la stessa Paderno Energia Srl insista nello spendere euro a badilate per cercare di produrre una documentazione inattaccabile, andando addirittura a smuovere un istituto di ricerca come il Mario Negri che sicuramente certe cose non le fa per puro spirito assistenziale.

Signori, vediamo di svegliarci, un Istituto come il Mario Negri, così come quello di Veronesi sono prima di tutto aziende e per queste realtà, l’obettivo principale anche se mai lo ammetteranno pubblicamente, sono gli utili. Le ricerche i privati al Mario Negri le pagano e credo anche salate. Alla fine poi saltano fuori dichiarazioni lungimiranti come quelle rilasciate da Veronesi quandoha dichiarato che gli inceneritori non sono dannosi. Almeno Grillo con il tubo di scappamento dell’auto a idrogeno si è fatto l’aereosol, non sono tanto convinto che Veronesi si sarebbe fatto una sniffata in cima al camino di un inceneritore.

E’ fatta di imprenditori anche la Paderno Energia Srl e non credo che questri signori accettino di buttare migliaia e migliaia di euro in ricerche e integrazioni della documentazione se non fossero in qualche modo sicuri che l’investimento renderà. Vero che a volte in questi settori si ‘gioca d’azzardo’ e si mette in conto la possibilità di perdere la scommessa. Il fatto comunque che la Paderno Energia Srl insista al rilancio nonostante le evidenti e pesanti azioni di contrasto attualmente in atto da parte di amministrazioni e cittadini, non mi lascia assolutamente tranquillo. Probabilmente sanno che l’ulteriore esborso economico ha buone possibilità di essere recuperato con gli interessi. Cosa o chi garantisca alla società questa sicurezza non è ovviamente dato saperlo, ma il fatto che la Provincia non chiuda definitivamente la porta lascia ancora intuire che da quelle parti qualcuno ci abbia infilato in mezzo un piede.

Preoccupa a questo punto anche la sicurezza in cui sembra essersi adagiata la giunta padernese, convinta che l’aver precluso l’utilizzo dell’area eventualmente interessata dall’inpianto e la rinuncia della società proprietaria della stessa a venderla alla Paderno Energia possano essere mosse sufficienti a scongiurare il rischio inceneritore.
Peccato che alla luce delle recenti novità, come purtroppo già evidenziato nel caso della vicenda Rho-Monza, sembra esistere la possibilità di esproprio dell’area come unica possibile nel territorio per la realizzazione di un impianto dichiarato di pubblica utilità. Mi piacerebbe sinceramente guardare direttamente in faccia quello che cercherà di vendermi un Inceneritore sotto casa cercando di convincermi che sia utile.

Spero solo che come nel caso Rho-Monza un domani il De Nicola di turno ci annunci l’arrivo dell’iceneritore, dichiarando che tutto sommato a Paderno Dugnano non si gode la vista di Capri e che quindi i fumi della ciminiera non offuscheranno certo il tramonto del sole sul golfo.

Altre informazioni sull’argomento sono disponibili sul Blog La Scommessa (qui).

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.