Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Il Capogruppo per Lista civica un’Altra Provincia-Prc-Pdci, Massimo Gatti esorta all’accoglimento delle richieste dei cittadini di Paderno Dugnano

traffico_visite_blog_sito_seo.jpg

Non c’è che dire, in base ai comunicati e alle reazioni suscitate dalla spedizione in provincia del portavoce del CCIRM (Comitato dei Cittadini per l’Interramento della Rho Monza) Ferruccio Porati e dell’Architetto Fabrizio Allegro, Paderno Dugnano e i cittadini che si sentono rappresentati dal CCIRM hanno fatto la loro ottima figura, riaccendendo dubbi e domande e ritrovando numerosi alleati. Quello che invece sembra non aver fatto proprio una bella figura è ancora una volta il generale ‘Caster’ De Nicola, che si è trovato a difendere sterilmente interessi economici di appaltatori e autotrasportatori, contrapponendoli alla salute di migliaia di cittadini ai quali deve comunque render conto e soprattutto, a centinaia di bambini ai quali chiede di sacrificarsi per sterili questioni economiche. Dopo il comunicato stampa del Comitato dei Cittadini, riportiamo volentieri di seguito anche quello diffuso dal Capogruppo in Provincia di Milano per Lista civica un’Altra Provincia-Prc-Pdci, Massimo Gatti che ha dichiarato:

Rho-Monza, Massimo Gatti: “La Provincia accolga le proposte del Comitato per l’interramento della Rho-Monza”

  

Milano, 12 maggio 2010. In merito all’audizione del Comitato dei Cittadini per l’interramento della Rho-Monza (CCIRM) nel tratto di Paderno Dugnano che si è tenuta nella seduta odierna della 2^ Commissione Mobilità e Trasporti, il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista civica un’Altra Provincia-Prc-Pdci, Massimo Gatti, dichiara:

“La Provincia accolga le proposte del Comitato per l’interramento della Rho-Monza e rimetta in discussione la conclusione della conferenza di servizio delle scorse settimane sconfiggendo la sorda chiusura dell’Assessore alla viabilità e trasporti De Nicola. La Rho-Monza influirà pesantemente sulla vita di migliaia di cittadini che non possono rimanere inascoltati. Oggi abbiamo potuto ascoltare un Comitato competente, che ha prodotto analisi, risultanze e proposte che devono essere ascoltate e chiedono alla Provincia di avanzare agi altri Enti coinvolti una proposta alternativa. Dire no all’interramento significa opporsi al buon senso e piegarsi a ragioni che non sono quelle del bene comune.

Non si possono accampare neppure obiezioni di natura tecnica: nella città di Milano è infatti possibile scavare parecchie linee della metropolitana in un sottosuolo complesso. Perché a Paderno non sarebbe possibile scavare un tunnel di un chilometro? L’interramento della Rho-Monza nel tratto di Paderno Dugnano rappresenta un’occasione d’oro per dimostrare di voler realizzare un’opera stradale davvero utile ai cittadini dell’area e a risolvere i problemi della mobilità, in coerenza con il tema della tutela ambientale e attenta alla salute della popolazione”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.