Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Il blog esce dai confini

citycool1.jpg

E’ sempre più evidente che le vicende della Metropoli si riflettono anche in modo pesante sulle realtà locali. La cosa è ancora più evidente in questo periodo di preparazione all’Expo 2015, dove le esigenze di quella che promette di diventare la Milano del futuro, passano senza troppe preoccupazioni su quelle delle periferie. Insomma, alla fine rischiamo di trovarci con una città regale ma cinta da una corona arrugginita. Questo blog fino ad oggi si è occupato della realtà locale di Paderno Dugnano e sempre più spesso negli ultimi tempi ha dovuto volgere lo sguardo verso il palazzo della Provincia, dove ripetutamente vi si sono recati i lavoratori della Lares, della Metalli Preziosi e della Nokia Siemens, oltre i rappresentanti dei vari comitati per l’Interramento della Rho-Monza e contro l’Inceneritore.

Naturalmente, quello che per la realtà della metropoli è un semplice sassolino, per le realtà locali può trasformarsi in una vera e propria frana dalle conseguenze devastanti. Sul nostro territorio ne è lampante esempio la necessità di riqualificare la Rho-Monza. Si tratta di lavori e cifre che rispetto a quelli considerati per rifare la Milano dell’Expo sono infinitesime e marginali, ma che calate in una realtà come quella della nostra città assumono proporzioni enormi e condizioneranno le vite e i destini di tutti noi negli anni a venire.

Serve quindi un’osservatore anche alla fonte, incentrato sulla metropoli vicina e su quanto in essa avviene e con la possibilità, grazie a un osservatorio parallelo focalizzato sulla realtà locale, di anticipare e interpretare le possibili ripercussusioni che verrà a subirne la periferia. Ovviamente vale anche il discorso inverso e quindi il nuovo spazio per la comunicazione ospiterà anche le notizie provenienti dalla periferia che sono destinate ad avere ripercussioni sulla realtà della metropoli.Insomma un canale di comunicazione privilegiato tra due grandi network destinato a porre nella giusta prospettiva i fatti e gli eventi che si sviluppano intorno a noi.

Dopo aver quindi sostenuto il progetto Blogolandia che, in poco più di un anno ha dato vita a un complesso network di Blog che si sono guadagnati visibilità e attenzione a livello locale, abbiamo ora deciso di partecipare a una nuova avventura di più ampio respiro. Questo blog rimarrà quello che è e continuerà come sempre ad erogare notizie e considerazioni legate alle vicende locali. Da oggi comunque si aggancerà ed inizierà a collaborare a un progetto molto più vasto che partendo dalla stessa filosofia di Blogolandia si avvarrà, oltre che di un nuovo blog, anche delle risorse e delle potenzialità offerte dai social network come facebook e Twitter, aggregando i gruppi tematici e spontanei già presenti e usufruendo quindi di un enorme bacino d’utenza.

Di seguito riportiamo quindi la presentazione ufficiale del nuovo network CityCool che è già raggiungibile all’indirizzo www.citycool.it (selezionando ovviamente MILANO). Tra i numerosi gruppi facebook già coinvolti nel progetto verrà da oggi aggiunto quello dedicato a Paderno Dugnano (già disponibile su facebook con il nome Paderno Dugnano su CityCool) al quale siete tutti invitati a partecipare. La partecipazione a un gruppo facebook aderente al netwok darà infatti la possibilità a tutti di partecipare ai sondaggi, alle iniziative e a rimanere sempre aggiornati

Insomma, una nuova sfida che si spera darà i risultati ottenuti con Blogolandia e che sicuramente offrirà maggiore spazio e visibilità anche alle vicende locali che possono avere impatto sulla metropoli.
Naturalmente chi vuole contribuire con idee, proposte, segnalazioni, racconti e articoli è il benvenuto. Vi aspetto numerosi e spero di aver fatto cosa gradita ad offrire questo nuovo spazio per comunicare, confrontarsi e quindi crescere.
 
Perchè CityCool

I modelli sociali ai quali ci siamo ispirati nell’ultimo secolo sono crollati o lo stanno per fare. 

Il comunismo, grande ideologia di inizio secolo, si è dimostrato fallimentare: le derive dittatoriali e le privazioni hanno portato verso la catastrofe di quel modello politico.

Il capitalismo ci sta mostrando tutte le sue rughe, dentro alle quali si annidano la globalizzazione asimmetrica, lo sfruttamento dissennato del pianeta e il divario incolmabile tra ricchi e poveri.

Abbiamo esaurito i modelli a cui affidarci.

L’unico punto fermo che ci rimane, l’unica sicurezza sulla quale fare affidamento è la democrazia, ma anche la nostra vecchia e malata democrazia porge molti interrogativi e ci mostra un lato di se di certo non fresco e nemmeno salubre: il cittadino non ha più il controllo di quello che accade nel proprio Paese e il potere tende soltanto ad auto-alimentarsi.

Ecco a cosa serve e perchè è nato CityCool: per dare la possibilità a tutti di parlare di tutto, per far si che la gente possa raccontare il proprio territorio e per far partire le informazioni direttamente dalle notizie.

Serve a far nascere una nuova forma di democrazia 2.0.

CityCool nasce come supporto di un’enorme comunity presente su Facebook; o, meglio, nasce da una serie di enormi comunity che contano centinaia di migliaia di utenti.

Con un bacino così ampio di utenze sulle fan page riguardanti città e regioni italiane su Facebook, il passo più naturale ed ovvio è stato quello di aprire dei blog da associare alle comunity stesse, in modo da poter coprire tutti i canali informativi che il Web 2.0 mette a disposizione.”
 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *