Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

FLI (o FLY) e i Consigli di quartiere

Ovviamente, con il gioco di parole del titolo mi riferisco al neonato movimento politico varato da Gianfranco Fini che recentemente, anche a Paderno Dugnano, ha visto nascere una delegazione di simpatizzanti. Come purtroppo avvenne con la nomina del nuovo coordinatore locale dell’UDC, la locale rappresentanza finiana dopo l’esordio e una breve scaramuccia con il coordinatore locale del PDL Elio Torraca, sembra come essersi volatilizzata …. FLY appunto 😀

A livello nazionale le cose non sono molto differenti, se è vero che in occasione delle recenti votazioni referendarie, l’indicazione di voto del FLI è stata l’unica “Non Pervenuta”. Probabilmente le cose non sono andate come Fini immaginava e da potenza alternativa quanto resta è un partito senza arte ne parte che sta prendendo tempo per rivedere alleanze, strategie, programma e organizzazione.

In ogni caso, in generale anche localmente, la defezione finiana non ha comportato gravi ripercussioni a livello amministrativo. A Paderno Dugnano comunque, la nascita del FLI, una situazione quanto meno curiosa in un caso è riuscito a generarla. Come evidenziato dall‘Osservatorio dei Quartieri che nonostante qualche recente illazione non è affatto sparito ma ha continuato a lavorare e in base a recenti informazioni a breve produrrà un rapporto finale sul lavoro svolto, la presa di posizione a favore di Fini di alcuni militanti politici locali ha fatto in modo che almeno in uno dei Consigli di Quartiere la maggioranza potrebbe avere cambiato colore.

Tanto per cambiare, stiamo parlando dell’ormai famoso consiglio di quartiere di Paderno dal quale l’Osservatorio ebbe inizio. Successivamente, lo stesso Consiglio si è evidenziato per diverse anomalie tra le quali verbali incompleti o minacce di dimissioni da parte dell’attuale presidente Laura Colpani, uffiicialmente a causa del difficile coordinamento del ruolo isitituzionale svolto con il suo lavoro di Procuratore legale.

Insomma, la situazione del consiglio di quartiere di Paderno continua a rimanere traballante e ambigua.
Stando infatti alle notizie del momento, causa latitanza del presidente, il consiglio composto in maggioranza da rappresentanti dell’opposizione è da alcuni mesi che non si riunisce. Se confermato sarebbe da capire innanzitutto se il consigliere FLI c’è effettivamente e da che parte è schierato?

Inoltre, se effettivamente venisse a cambiare il colore di maggioranza in consiglio di quartiere,  quali sarebbero gli scenari ipotizzabili?

Infine, se effettivamente gli impegni del Presidente Colpani fossero effettivamente incompatibili con la carica, in cosa si concretizzerebbero gli impegni assunti all’epoca delle paventate dimissioni da parte addirittura del primo e secondo cittadino quando affermarono in un comunicato: “Nel corso di un incontro, il Sindaco Marco Alparone e il Vicesindaco Gianluca Bogani, hanno rinnovato il loro impegno nell’affiancarla in questo importante ruolo istituzionale.”?

Come al solito … Toc Toc, c’è qualcuno?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.