Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Elezioni comunali: tutti alla prova

Il risultato dei recenti ballottaggi ha realizzato uno scenario migliore rispetto a quello che avevo auspicato in precedenti post (qui), nonostante si sia dimostrato pesantemente penalizzante verso quella parte politica con la quale maggiormente mi sono più volte trovato in sintonia. Ma come sempre ho dichiarato preferisco ragionare prima da cittadino piuttosto che da simpatizzante e in tal senso, gli aspetti positivi del risultato sono molteplici, a partire da un forte segnale di insoddisfazione verso l’attuale sistema di governo della cosa pubblica da parte del centrodestra, per finire con un pesante ridimensionamento dell’arroganza e dalla distanza che le istituzioni della destra avevano iniziato a prendere con la cittadinanza.

Badiamo bene che il problema dell’arroganza e della distanza è sempre stato il problema che prima o dopo ha afflitto le varie amministrazioni, fossero di destra o di sinistra che si sono trovate a governare con ampia maggioranza di consensi e per lunghi periodi.Questo atteggiamento lo si è potuto verificare anche nella gestione della campagna elettorale dove ho sempre notato i sostenitori di Pisapia particolarmente attivi in ambiti che favorivano la vicinanza con la gente, come nei parchi il weekend o nei mercati rionali. Viceversa donna Letizia si è affidata a sistemi sicuramente pù freddi, distanti dalla gente e da questa vissuti con fastidio come per esempio la massiccia campagna di outbound affidata ai call center di cui avevo già parlato (qui).

Il risultato soprattutto di Milano ma di altri importanti comuni dovrebbe essere un messaggio chiaro e forte che i più furbi esponenti del centrodestra sicuramente non ignoreranno. Chi lo farà sarà destinato alla disfatta. La gente non è contenta di come si stanno gestendo le cose e serve tornare ad ascoltarla e a riaccordare l’azione politica coerentemente con quanto gli elettori chiedono alle istituzioni.
Il centrodestra entra quindi di fatto in periodo di osservazione e verifica. Il discorso vale anche a livello locale. Chi prima sperava magari di limitarsi a gestire l’ordinaria ammnistrazione sperando un domani di migrare verso altri lidi si trova ora a dover riconquistare il territorio con scelte coraggiose, azioni decise, maggiore ascolto, partecipazione e vicinanza con i cittadini. Attenzione che come Bondi si è dimesso, un’auspicabile ristrutturazione dei coordinatori PDL potrebbe far mancare quegli appigli su cui alcuni hanno investito per il loro futuro. Sarebbe quindi meglio essere previdenti e guadagnarsi approvazioni e consensi sul campo piuttosto che sperare nella proverbiale ‘gallina’ di domani.

Per quanto riguarda invece il centrosinistra, il risultato ottenuto rappresenta contemporaneamente un’opportunità unica e un rischio enorme. L’opportunità è ovviamente riferita sia alla possibilità di dimostrare che dietro alle parole vi è anche una concreta capacità di realizzare quanto da sempre promesso, sia che l’alleanza con il movimento di Vendola è stabile e prolifico. Pisapia dovrà mettersi alla prova con temi scottanti come i continui richiami europei relativi al superamento degli inquinanti, la viabilità e non ultimo l’appuntamento con Expo. Vediamo come ad esempio come se la caverà con la grana delle strisce blu che donna Letizia e Lega avevano seminato in tutta la città per ‘fare cassa’.

Per quanto riguarda Napoli il risultato dei ballottaggi è ancora più significativo. Fior fiore di gestioni si sono ‘schiantate’ sul problema rifiuti senza trovarne una soluzione definitiva. Il nuovo sindaco proposto dall’IDV dovrà dimostrare che dietro all’allergia di Di Pietro per Berlusconi e ai grandi proclami c’è anche qualcosa di concreto e soprattutto realizzabile. Insomma, parlare e ipotizzare è facile, concretizzare è mooolto più difficile.

A questo punto sono tutti sotto esame, i territori devono essere conquistati con atti concreti a favore degli elettori e a nessuno è permesso un passo falso. Forse che sia la volta che a guadagnarci siano finalmente i cittadini???

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.