Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Ancora dei consigli di quartiere

[AGGIORNAMENTO delle 19.00 IN FONDO AL POST. FORSE RISLTO IL MISTERO DELLA RISPOSTA FANTASMA]

Ritenendo di aver raggiunto lo scopo (sempre dichiarato come missione principale di questo blog) di portare il problema in evidenza alle cariche istituzionali preposte, avevo deciso di non tornare sul discorso relativo alla situazione dei consigli di quartiere.
Alla luce del fatto che la notizia è stata invece ripresa dalla cronaca locale (il Giorno di oggi), sulla quale sono comparse alcune dichiarazioni del primo cittadino e della presidente del Consiglio di quartiere di Paderno, mi corre l’obbligo di tornare sull’argomento per alcune doverose considerazioni e precisazioni.

Innanzitutto chiederei alla sig.ra Colpani, presidente del consiglio di quartiere di Paderno in quale forma e a quali indirizzi ha inviato l’immediata risposta che ha dichiarato di avermi inoltrato, in quanto ad oggi nulla ho ancora ricevuto agli indirizzi disponibili. Per correttezza infatti (eccettuato ovviamente il numero di cellulare) avrei pubblicato immediatamente la sua risposta. In ogni caso, la via più breve per rispondere alla lettera aperta sarebbe stata quella di commentare la stessa su questo Blog o rispondere all’indirizzo della copia che ho inviato via mail al suo contatto pubblicizzato sul sito Comunale. E’ quindi probabilmente per tale motivo che non ha ancora ricevuto una mia chiamata. Tengo comunque a precisare che non è tanto il discorso di ‘urgenza’ ad incontrarla che mi ha spinto ad evidenziare il disservizio, ma piuttosto il fatto che ne lei ne altri rappresentanti fossero presenti dove dovevano essere, mentre alcuni cittadini c’erano.

Mi è invece spiaciuta la definizione di ‘polemiche sterili’ utilizzata dal primo cittadino per minimizzare la vicenda. Sa benissimo il Sindaco che ogni volta in cui vi è stato da evidenziare qualche risultato positivo raggiunto dalla sua giunta, sono stato tra i primi a farlo con altrettanto entusiamo e convinzione. Quello che lui considera quindi come polemiche io lo classifico come pubblico servizio.
Sarei d’accordo con lui se il consiglio di quartiere di Paderno avesse costituito un’eccezione. Purtroppo abbiamo verificato che quello di Paderno è in buona compagnia in quanto hanno mancato allo stesso modo l’appuntamento pubblicizzato sul sito istituzionale, sia il Consiglio di quartiere del Villaggio Ambrosiano (lo scorso venerdì 2° del mese), sia quello di Calderara (ogni lunedì del mese). Il Consiglio di quartiere del Villaggio Ambrosiano ha almeno apposto un cartello che segnalava la chiusura nei mesi di Giugno, Luglio e Agosto (3 mesi?) ma per Settembre nulla. Per quanto riguarda invece altri quartieri, stando a quanto hanno pubblicato nello spazio dedicato sul sito istituzionale quello di Cassina Amata dovrebbe essere dal 24 Maggio scorso che non incontra più i cittadini, mentre quello di Inciano dal 24 Giugno.

Non si tratta quindi solo del fatto che l’attività politica a settembre è ancora intenta a riattivarsi. Concordo quindi con la sig.ra Colpani quando afferma che c’è la necessità di una riorganizzazione. Si, ma generale aggiungerei e anche, di maggior rispetto degli impegni assunti. Non concordo infatti su un’altra dichiarazione del sindaco, quando evidenzia che i giovani presidenti portano avanti i quartieri con passione non percependo alcun compenso. Immagino sapessero prima di accettare cosa comportava l’impegno che andavano ad assumersi. Anche i volontari della Croce Rossa non percepiscono alcun compenso e anzi, si pagano l’assicurazione, ma non per questo motivo decidono a loro discrezione se rispondere o meno a una chiamata.

Nel premettere che personalmente confermo la disponibilità e la facilità di contattarlo e ottenere attenzione, mi consenta in chiusura il signor Sindaco una piccola battuta un po’ provocatoria. Nell’articolo de Il Giorno ha infatti dichiarato che giornalmente incontra una decina di cittadini che probabilmente preferiscono contattarla direttamente senza rivolgersi ad altre figure. Non è per caso signor sindaco che in così tanti si rivolgono a lei perchè non riescono a raggiungere i propri Consiglieri di quartiere?

[AGGIORNAMENTO delle 19.00]

Forse ho finalmente risolto il mistero della risposta fantasma che la presidente del Quartiere Paderno sostiene di avere inviato alla mia lettera aperta e che io non ho mai ricevuto. Al momento infatti, l’unica risposta inviata dalla sig.ra Colpani risulta quella alla mail che un altro  dei cittadini presenti al mancato incontro, ha indirizzato autonomamente al Comune. Copia ufficiale della lettera aperta l’ho invece ‘ingenuamente’ inviata all’indirizzo email pubblicizzato nello spazio dedicato al consiglio di quartiere sul sito Comunale. A questo punto mi viene il sospetto che quanto ricevuto a quell’indirizzo non venga letto da nessuno. Concordo ancora una volta con quanto la presidente del quartiere Paderno ha dichiarato oggi a Il Giorno: è quanto mai necessario riorganizzarsi

2 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.