Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Anche Paderno Dugnano ha la sua laguna

Vista notturna della suggestiva laguna di piazza della Meridiana In occasione di temporali o precipitazioni particolarmente intense il selciato di piazza della Meridiana tende a trasformarsi in una piccola laguna, mantenendo per alcuni giorni ampie pozzanghere che rendono difficile la sosta e il transito, in una delle poche zone di ritrovo dei cittadini.

La piazza infatti, oltre ad alcuni esercizi commerciali propone un bar e una gelateria che incentivano l’affluenza di famiglie e bambini, che in teoria potrebbero scorazzare liberamente per la piazzetta.
Peccato che anche quando non vi sono le pozzanghere, anche il frequente transito (proibito) di motorini costituisce un rischio costante che sconsiglia di lasciare libero sfogo ai piccoli.

Come se tutto ciò non bastasse, un altro problema che affligge la piazzetta è la frequentazione dei soliti teppistelli il cui passaggio è spesso ricordato dalle bottiglie di birra abbandonate in corrispondenza delle varie panchine o dal danneggiamento degli arredi urbani, come avvenuto per il bordo in marmo della fontana posta al centro dell’area.

fontana.jpgInsomma, forse l’installazione di telecamere di sorveglianza o almeno, il posizionamento di panettoni o barriere che impediscano l’accesso ai motorini potrebbe essere un primo passo. C’è da rilevare infatti che barriere per impedire il passaggio di ciclomotori sono già regolarmente posizionate all’ingresso da parte di via Roma, ma la loro presenza è vanificata dal varco disponibile dalla piazzetta della Meridiana.

Ben più complicato sicuramente sistemare il selciato in modo che riesca a far defluire regolarmente l’acqua in occasione di precipitazioni intense evitando così il crearsi di piccole lagune. Certo è che in una città che dispone di pochi spazi di aggregazione, abbandonare a se stessa un piazza strategica come quella della Meridiana è un vero peccato. Sarebbe quindi da farsi un nodo al fazzoletto e pianificare i necessari interventi prima che sia troppo tardi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.