Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

:Succede a Paderno un nuovo tentativo di riscoprire la città

reteDopo i tentativi di

Vediamoci a Paderno

PadernoViva

PadernoEventi

Bacheca comunale

Rete Per Paderno

– Pro Loco Paderno Dugnano (quale è il sito ufficiale???)http://www.comune.paderno-dugnano.mi.it/binary/paderno_dugnano_2011/rassegna_stampa/iln_proloco.1332249810.pdf

Polo CIvico

– Un’associazione culturale e qualcosa di Calderara di cui dopo l’inaugurazione non si è più sentito parlare

è la volta dell’eclettico Gianni Rubagotti di proporre una newsletter e un calendario digitali per cercare di rilanciare l’immagine della città a partire dal suo vivace associazionismo.

Come racconta il promotore, ‘Succede a Paderno’ segnalerà eventi culturali e del tempo libero, attività e riunioni delle associazioni, l’attività delle comunità religiose padernesi (compreso l’orario delle messe) e anche gli eventi istituzionali come i consigli comunali e di quartiere.

Tra i professionisti che hanno fornito indicazioni alla neonata iniziativa sono citati Vasily Dubeykovskiy, titolare dello studio di
Consulenza sul marketing territoriale CityBranding di Mosca e, Sergey Khromov-Borisov, un consulente di San Pietroburgo che si è offerto di dare una mano a capire come è possibile svolgere ricerche di marketing.

Inoltre, come Gianni propone, la casetta dell’acqua di Paderno potrebbe essere dotata di una bacheca dove avvisare chi ci va, e magari è in fila e ha tempo per leggere, sulle iniziative in corso in città.

Insomma, tante le idee e tanti i consulenti di spessore. Personalmente spero che una volta tanto l’iniziativa abbia successo anche se nutro alcuni personali dubbi. Il primo rigiuarda i numerosi consulenti esteri specializzati nel marketing territoriale. Conoscendo l’argomento consiglierei di privilegiare consulenti locali. Il marketing territoriale si basa prevalentemente sulla profonda conoscenza del territorio e delle realtà produttive/commerciali esistenti. Un consulente moscovita o di San Pietroburgo potranno sicuramente fornire indicazioni utili ma generiche, è poi necessario un esperto locale che sappia applicarle. Ma se esistesse un esperto locale che bisogno vi sarebbe di scomodare Vasily Dubeykovskiy e Sergey Khromov-Borisov ?

Inoltre, quella della casetta dell’acqua equivale a un’apposizione nelle bacheche delle parrocchie piuttosto che un’analoga presenza presso gli sportelli comunali o i supermercati della zona. Non tutti i padernesi infatti si recano alla casetta dell’acqua ma tutti necessitano di fare la spesa o molti, di presenziare alle funzioni religiose.

Ultima personale osservazione riguarda lo strumento utilizzato. Le numerose esperienze condotte sino ad ora hanno dimostrato una scarsa propensione del cittadino padernese all’utilizzo dello strumento informatico. Quanti saranno i padernesi propensi ad iscriversi a una newsletter o a sfruttare adeguatamente il calendario digitale? Chi già avvezzo all’utilizzo dello strumento informatico sa già come reperire le informazioni necessarie, chi digiuno ha le competenze necessarie?

Insomma, le buone intenzioni ci sono tutte anche se il proliferare di iniziative volte a concentrare l’associazionismo padernese lo stanno di fatto frantumando in una miriade di proposte e formule. In ogni caso, un sincero ‘in bocca al lupo’ a Gianni e di seguito il comunicato stampa relativo all’iniziativa.

 

Con “Succede a Paderno” la città si riscopre

Una newsletter e un calendario digitali da oggi permettono di conoscere gli eventi a Paderno Dugnano. E’ solo il primo passo per rilanciare l’immagine della città a partire dal suo vivace associazionismo.

Il 10 gennaio esce “Succede a Paderno”, una lettera settimanale che porta gratuitamente nella posta elettronica di chi lo vorrà gli eventi in corso in città. E’ realizzata da Gianni Rubagotti con la collaborazione di altri cittadini impegnati nell’associazionismo cittadino. Per riceverla basta mandare una mail all’indirizzo succedeapaderno-subscribe@yahoogroups.com.

“L’immagine di Paderno Dugnano – dichiara Gianni Rubagotti – è stata segnata da gravi fatti di cronaca: fuori dal comune ci conoscono soprattutto come la città della riunione della n’drangheta e dell’esplosione dell’Eureco. E gli stessi padernesi hanno un’immagine poco lusinghiera della città, anche perché di fatto non esiste un’associazione che si occupi di promozione del territorio e di marketing territoriale. Questo non solo rende più difficile che chi abita nel nordmilano frequenti Paderno e i suoi esercizi commerciali ma scoraggia anche chi potrebbe aprire un’azienda qui.

Dopo che più volte mi è capitato di scoprire eventi in città solo perché passavo dove li tenevano ho pensato che fosse utile fare conoscere l’attività di tante associazioni attive a Paderno creando non un altro blog ma uno strumento semplice come una mail settimanale, affiancata da un calendario pubblico di google, simile a quello che usa già la parrocchia di Dugnano-Incirano.

Non è un caso che lo slogan dell’operazione sia ‘Il NordMilano che non ti aspetti”: Paderno Dugnano ha un’isola di parchi storici unica nel nordMilano, aziende che esportano nell’area Euro, un cinema d’essai e una fervente attività culturale alla Tilane. Ma devono essere prima di tutto i padernesi a riscoprire la loro città per farla conoscere agli altri.

Ringrazio a questo proposito le associazioni che fanno parte della Rete Lilliput, che diffonderanno sulla mailing list la newsletter e poi in ordine alfabetico Carlo Arcari del Circolo Culturale restiamo Umani, Davide Cattaneo dell’associazione Centriamo il Futuro (che ci tiene a precisare che non è una lista civica), Giuseppe Bergna di Legambiente, Nicola Baglivi dei Lions, Pierino Favrin, Presidente Confcommercio che sono i primi ad avermi garantito di tenermi aggiornato sugli eventi delle associazioni di cui fan parte.

Succede a Paderno segnalerà eventi culturali e del tempo libero, attività e riunioni delle associazioni, l’attività delle comunità religiose padernesi (compreso l’orario delle messe) e anche gli eventi istituzionali come i consigli comunali e di quartiere. Per mantenere l’iniziativa neutrale non verranno segnalati eventi organizzati da partiti politici.

La lettera verrà spedita via mail ogni settimana ma spero che i blog locali la ripubblichino per farla conoscere ad ancora più persone in città, e che gli esponenti delle associazioni la girino a loro iscritti e amici.

Sarà anche fondamentale collaborare con gli esercizi commerciali in città, che hanno già risposto in maniera molto positiva all’iniziativa di raccolta fondi per le vittime dell’Eureco organizzata da Centriamo il futuro.

Spero che questo sia solo il primo passo: come consigliatomi da Vasily Dubeykovskiy, titolare dello studio di Consulenza sul marketing territoriale CityBranding di Mosca, cercherò di incontrare e fare incontrare quante più associazioni possibile dal vivo.

Sarebbe bello riunire tutto l’associazionismo di buona volontà e fare proposte insieme alla Giunta su come promuovere la città. Io, per esempio, da tempo penso che sarebbe fondamentale se Paderno Dugnano si unisse alla rete “Insieme per le Groane” di cui fanno parte già 16 città e che la casetta dell’acqua venisse dotata di una bacheca dove avvisare chi ci va, e magari è in fila e ha tempo per leggere, sulle iniziative in corso in città.

Inoltre Sergey Khromov-Borisov, un consulente di San Pietroburgo che collabora anche con docenti della Bocconi, si è offerto di darci una mano a capire come possiamo svolgere ricerche di marketing per rendere più interessante la città sia a chi ci abita sia ai visitatori.”

8 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *