Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

I costi nascosti delle grandi opere

Ripropongo anche questa volta la newsletter diffusa dal Comitato per l’Interramento Rho-Monza perchè riprende e avvalla un ragionamento che avevo affrontato tempo fa relativo ai costi nascosti di certe scelte politiche.

Quando molti avanzano discorsi di tipo economico al miglioramento in termini di riduzione dell’inquinamento di opere come la riqualificazione della Rho-Monza, si dimenticano di valutare quanto effettivamente verrà a costare in termini di assistenza sanitaria a causa dell’aumento di patologie.

All’epoca dei primi incontri pubblici organizzati dal Comitato Pro Interramento avevo infatti cercato di ipotizzare, con le fonti disponibili, quale impatto in termini di costi sanitari si sarebbero legati allo sviluppo del demenziale progetto preliminare legato alla riqualificazione della tratta viaria, inviando copia dei risultati ai vari referenti provinciali.

Avevo visto giusto. Inutile continuare a ragionare sui costi immediati puntando al risparmio e rimandando i costi indotti per la spesa sociale al futuro e a chi dovrà sorbirseli. E’ in questo modo che paesi come l’Italia continuano ad accumulare costi ed allargare la voragine. Di seguito la newsletter del Comitato Pro Interramento

Questa settimana siamo in linea anche su  “ArcipelagoMilano” http://www.arcipelagomilano.org/archives/17441, il settimanale milanese, diretto da L. Beltrami Gadola, che segue da sempre le vicende legate alla Rho-Monza e che ringraziamo per l’ospitalità.

In tema medico-scientifico, torna alla ribalta il  problema smog: atto d’accusa all’Europa dalle pagine del “Corriere”: http://www.universovino.com/Documenti/materiale%20medico%20scientifico/corriere%2001_03_12.pdf . «Le leggi europee non tutelano la salute». La qualità dell’aria deve diventare una priorità per la salute pubblica. Come in parte lo è diventata nelle più draconiane leggi statunitensi. Tutto ciò avrà costi straordinari?  «E’ vero» conclude il coordinatore del decalogo Bert Brunekreef. «Ma ancora più straordinari saranno i risparmi sanitari e i disagi e le malattie risparmiati alla popolazione».

Del resto, come molti ricorderanno, il tema fu già umilmente anticipato da questa ricerca di Massimo Negrisoli, alcuni anni fa: http://www.universovino.com/Documenti/materiale%20medico%20scientifico/Quanto%20vale%20la%20nostra%20salute.pdf

Continuare, a posteriori, ad aver conferme delle proprie ragioni, mentre il “carrozzone” continua a correre verso l’irreparabile (ricordate la folle corsa dei      lemming che si lanciano dalla scogliera?) ha sempre il sapore amaro di una sconfitta: a nulla giova sapere di averci visto giusto fin da subito.

Ci segnala un amico il seguente documento http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/03/01/elio-storie-tese-contro-cantiere-infinito/191710/ , ove si parla di un’altra “perla” della nostra stimatissima concessionaria autostradale. Il “marchio di fabbrica” è una vera “garanzia”…

Buona lettura .

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o visualizzazione di media. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie. Modifica impostazione dei Cookie
Hello. Add your message here.